Missili russi cadono in Polonia, ci sono vittime: premier convoca riunione urgente

A smoke rises over the city after Russian missile strikes, amid their attack on Ukraine in Lviv November 15, 2022. REUTERS/Pavlo Palamarchuk
A smoke rises over the city after Russian missile strikes, amid their attack on Ukraine in Lviv November 15, 2022. REUTERS/Pavlo Palamarchuk

Due dei missili russi lanciati oggi contro l'Ucraina sarebbero caduti su Przewodow, un paese polacco vicino alla frontiera ucraina. Lo scrive la Bild, secondo la quale sarebbero morte due persone. La notizia è rilanciata anche dall'agenzia russa Ria Novosti.

I vigili del fuoco del villaggio polacco di Przewodow, nel comune di DoLhobyczów, 10 km dal confine con l'Ucraina, hanno confermato che due persone sono morte a seguito di due esplosioni che hanno colpito un sito dove si essiccano i cereali. Lo scrive il giornale locale Kurier Lubelski. Testimoni citati dal giornale dicono di aver udito due esplosioni. I vigili stanno "cercando di stabilire con esattezza le cause e le circostanze dell'incidente", ha detto un loro portavoce. L'intera zona è stata isolata.

È la prima volta che missili russi cadono su territorio Nato. Bild cita l'articolo 5 dell'Alleanza, che prevede l'obbligo di soccorso per gli alleati, ma se questo sarà attivato da Varsavia - precisa il giornale - è questione ancora aperta. La Nato ha più volte ripetuto di non voler partecipare con proprie truppe alla guerra in Ucraina.

Anche i media Usa confermano che due missili russi sono caduti nel territorio della Polonia, paese membro della Nato, uccidendo due persone. Lo riporta l'agenzia Bloomberg citando l'Associated Press che, a sua volta, cita un funzionario dell'intelligence americana.

"Il presidente del Consiglio polacco Mateusz Morawiecki ha convocato una riunione urgente del Comitato per la sicurezza nazionale e la difesa". Lo annuncia su Twitter Piotr Müller il portavoce di Morawiecki.

VIDEO - La Russia ha bombardato di nuovo Kiev, bombe anche su Leopoli