Missili su Polonia e articolo 5 del Trattato Nato: cos'è e cosa succede ora

(Adnkronos) - Tensione altissima dopo la caduta di due missili russi in una zona di confine della Polonia. L'attacco a una nazione appartenente all'Alleanza atlantica, apre infatti uno scenario totalmente diverso nella guerra attualmente in corso tra Russia e Ucraina con implicazioni che potrebbero scatenare un conflitto allargato a tutti i Paesi Nato. A regolare la reazione dell'Alleanza in caso di attacco a uno degli Stati membri è l'articolo 5 del Trattato Nord Atlantico.

Cosa dice l'articolo 5 del Trattato Nord Atlantico - "Le parti convengono che un attacco armato contro una o più di esse in Europa o nell'America settentrionale sarà considerato come un attacco diretto contro tutte le parti - si legge nel testo -, e di conseguenza convengono che se un tale attacco si producesse, ciascuna di esse, nell'esercizio del diritto di legittima difesa, individuale o collettiva, riconosciuto dall'ari. 51 dello Statuto delle Nazioni Unite, assisterà la parte o le parti così attaccate intraprendendo immediatamente, individualmente e di concerto con le altre parti, l'azione che giudicherà necessaria, ivi compreso l'uso della forza armata, per ristabilire e mantenere la sicurezza nella regione dell'Atlantico settentrionale. Ogni attacco armato di questo genere e tutte le misure prese in conseguenza di esso saranno immediatamente portate a conoscenza del Consiglio di Sicurezza. Queste misure termineranno allorché il Consiglio di Sicurezza avrà preso le misure necessarie per ristabilire e mantenere la pace e la sicurezza internazionali".

Per gli Stati Uniti, l'articolo 5 "è sacro". Lo ha ribadito in passato il presidente americano Joe Biden al presidente polacco Andrzej Duda. La Polonia, dall'inizio della guerra tra Russia e Polonia, avverte un "grande senso di minaccia" legato alle ambizioni di Mosca. Biden ha ripetuto che l'articolo dell'Alleanza che vincola alla difesa collettiva in caso di attacco ad uno stato membro è "un obbligo sacro" per Washington: "Potete contare su questo per la vostra e la nostra libertà".

Il perimetro è ulteriormente delineato dall'articolo 6 del Trattato. "Agli effetti dell'art. 5, per attacco armato contro una o più delle parti si intende un attacco armato: contro il territorio di una di esse in Europa o nell'America settentrionale, contro i Dipartimenti francesi d'Algeria 2 -, contro il territorio della Turchia o contro le isole poste sotto la giurisdizione di una delle parti nella regione dell'Atlantico settentrionale a nord del Tropico del Cancro; contro le forze, le navi o gli aeromobili di una delle parti, che si trovino su questi territori o in qualsiasi altra regione d'Europa nella quale, alla data di entrata in vigore del presente Trattato, siano sta zionale forze di occupazione di una delle parti, o che si trovino nel Mare Mediterraneo o nella regione dell'Atlantico settentrionale a |nord del Tropico del Cancro, o al di sopra di essi".