Missili Usa sulla base siriana di Homs. Trump risponde alla strage con i gas

Gli Stati Uniti entrano nel conflitto siriano. Nella notte, da due portaerei che incrociano nel Mediterraneo, sono stati lanciati 59 missili Tomahawk contro la base di al-Shayat, a Homs.

In base alle informazioni del Pentagono, da lì martedi scorso sarebbero partiti gli aerei dell’aeronautica di Damasco con le armi chimiche che hanno causato 80 morti a Khan Sheikoun.

I missili statunitensi avrebbero centrato ampie zone della base aerea siriana, distruggendo velivoli, piste e aree di rifornimento. Secondo fonti militari sirane l’attacco avrebbe causato delle vittime.

Usando Yahoo accetti che Yahoo e i suoi partners utilizzino cookies per fini di personalizzazione e altre finalità