Missionaria uccisa in Perù: “dava fastidio, l’Italia indaghi”

Red
·2 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 26 apr. (askanews) - "Nadia è un'italiana massacrata all'estero, come Giulio Regeni. Noi chiediamo che l'Italia indaghi. Mia sorella ha dedicato la vita agli altri, ora lo Stato si occupi un po' di lei. Questa non è una rapina". Così Vania De Munari, la sorella della missionaria laica Nadia De Munari, 50 anni, uccisa in Perù nel centro Mamma Mia di Chimbote, il quartier generale del massiccio dispositivo di volontariato che Operazione Mato Grosso gestisce in Perù. La donna è stata uccisa nella la propria camera da letto, l'assassino potrebbe aver usato un martello, oppure un'ascia, ha portato via due cellulari ma non ha cercato soldi o frugato nei cassetti. La sorella Vania, in una intervista a La Repubblica, è convinta che non sia stata una rapina e chiede l'intervento della polizia italiana, perché "vogliamo essere sicuri che l'indagine sia condotta nel modo migliore".

. "Le hanno rubato solo il telefonino. Perché infierire in quel modo su una persona che dorme, solo per un telefonino? I soldi sono rimasti in camera, qui c'è dell'altro". Quali sospetti avete? "Scuola significa istruzione, emancipazione. Non vorrei che questa attività di mia sorella avesse dato fastidio a chi gestisce quelle persone con violenza, sfruttamento e oppressione", dice la sorella della missionaria laica uccisa, che "non condivideva mai le sue preoccupazion" però si sa che aiutava delle famiglie, si ritrovava a dover rispondere a tantissime richieste di accessi agli asili che gestiva (sei, circa 600 bambini). Forse, pensa ora la famiglia, anche solo un no potrebbe aver scatenato la rabbia di qualcuno. "E' solo un'ipotesi, naturalmente".

Dopo la violenta aggressione, martedì scorso, Nadia "era ridotta malissimo ma viva - racconta la sorella - Per un'ambulanza bisognava attendere un'ora e mezza, così don Armando l'ha caricata in macchina e portata all'ospedale di Chimbote. Quello di Lima dista 400 chilometri, 6 ore di viaggio. Ci avevano promesso un elicottero che non è mai arrivato. Se è morta è stato anche a causa di questi ritardi".