Missionarie Madre Teresa, ripristinato accesso a fondi esteri

·1 minuto per la lettura

Il governo indiano ha ripristinato la registrazione delle Missionarie della Carità al Foreign Contribution Regulation Act, aprendo così di nuovo le porte all’organizzazione ai fondi esteri. Lo fa sapere Ucanews. Era il giorno di Natale quando si seppe del blocco dei conti bancari esteri imposto alla Congregazione fondata da Madre Teresa. Al centro della questione c’erano non meglio precisate di condizioni di ammissibilità non soddisfatte che impedivano il rinnovo della registrazione al Foreign Contribution Regulation Act, la legge che regola la possibilità di ricevere contributi dall’estero.

Sunita Kumar, portavoce delle Missionarie della Carità, ha dichiarato: "Siamo felici e lieti che il governo centrale abbia realizzato e ripristinato la nostra registrazione Fcra. Le persone che stanno donando, sanno che questi fondi sono per i poveri. Hanno anche alzato la voce, chiedendo perché fosse successo. Sono comunque felice".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli