Missione ambasciatore d’Italia in Romania Durante Mangoni ad Arad

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 29 apr. (askanews) - L'Ambasciatore d'Italia a Bucarest, Alfredo Durante Mangoni, ha effettuato una missione ad Arad dal 26 al 28 aprile scorsi. L'Ambasciatore è stato assistito dal Console onorario a Arad, Dott. Roberto Sperandio. Lo riporta una nota dell'ambasciata d'Italia a Bucarest.

Il distretto di Arad è caratterizzato da una forte presenza industriale, con una predominanza dei settori manifatturieri del tessile, tecnologico, industria dei servizi ed integrata. Rilevante anche il comparto agricolo e l'HoReCa. Ad oggi, circa 600 imprese con capitale italiano operano attivamente sul territorio, dove l'Italia è presente sin dall'inizio degli anni '90.

Il programma della visita ha previsto incontri in Prefettura, al Consiglio Provinciale ed al Comune di Arad, all'Università Statale "Aurel Vlaicu", all'Università dell'Ovest "Vasile Goldis" e alla Camera di Commercio, Industria e Agricoltura di Arad. Inoltre, l'Ambasciatore ha incontrato gli imprenditori italiani del distretto, molti dei quali aderenti all'Associazione "Trevisani nel mondo". All'incontro con i connazionali hanno partecipato anche rappresentanze degli studenti e dei pensionati presenti nel territorio di Arad.

Negli incontri con il Prefetto Csaba Toth e il sindaco Calin Bibart, l'Ambasciatore ha sottolineato l'importanza degli investimenti italiani nel distretto e i margini per rafforzare le relazioni economiche con l'Italia, anche nel quadro del migliore utilizzo dei fondi del PNRR. Gli incontri hanno consentito di esaminare le specifiche potenzialità del territorio e le modalità per sostenere gli investimenti italiani in un ecosistema imprenditoriale in costante sviluppo. Arad è infatti snodo stradale e ferroviario per una logistica rivolta alla distribuzione di merci in Romania e verso tutte le direttrici in Europa. Nei colloqui con le Autorità locali sono state quindi condivise le opportunità per una più stretta collaborazione in campo economico, nel settore sanitario e delle infrastrutture. Entrambe le Amministrazioni hanno assicurato massimo sostegno agli investitori italiani.

Il Presidente del Consiglio Provinciale Iustin Cionca ha chiesto il supporto dell'Ambasciata d'Italia per stimolare la partecipazione di imprese italiane ai maggiori progetti infrastrutturali del distretto di Arad, che raggiungono un valore di oltre quattro miliardi di euro. Il Presidente Cionca ha in particolare sottolineato l'esigenza di realizzare la superstrada Arad-Oradea e di ammodernare la viabilità nel nord del distretto. Inoltre, ha illustrato la necessità per Arad di dotarsi di nuove strutture ospedaliere, auspicando che aziende italiane specializzate possano partecipare alle relative gare di appalto.

Negli incontri presso l'Università Statale "Aurel Vlaicu" e l'Università dell'Ovest "Vasile Goldis", anche a seguito di visite ai rispettivi laboratori, sono state presentate le offerte formative dei due Atenei, in linea con la loro missione di educazione e ricerca scientifica in un quadro europeo. L'Ambasciatore Durante Mangoni ha confermato, alla luce delle esistenti collaborazioni nell'ambito accademico e della formazione, la volontà di espandere ulteriormente i progetti congiunti di ricerca e insegnamento.

Sono stati inoltre trattati i temi di collaborazione tra le Camere di Commercio di Verona e Arad.

La seconda giornata della missione è stata dedicata agli incontri con alcune imprese italiane. L'Ambasciatore Durante ha visitato in tale contesto gli stabilimenti di Righel Impex (produttore di giocattoli), Maschio Gaspardo (macchine agricole) ed Everel (componenti elettromeccaniche ed elettroniche).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli