I misteri sulla morte di Liliana Resinovich

·2 minuto per la lettura
Liliana Resinovich
Liliana Resinovich

Ci sono diversi misteri sulla morte di Liliana Resinovich e qualcosa non torna, soprattutto nei tanti racconti del marito Sebastiano. Cosa è successo?

Liliana Resinovich, cosa non torna sulla morte della donna scomparsa e trovata morta a Trieste?

Ci sono ancora tanti misteri intorno alla scomparsa e alla morte di Liliana Resinovic, donna uscita di casa il 14 dicembre e trovata morta poco lontano dalla sua abitazione, a Trieste, il 5 gennaio. L’autopsia ha stabilito che è morta per scompenso cardiaco acuto ma la Procura triestina procede contro ignoti ipotizzando il reato di sequestro di persona, senza l’ipotesi di omicidio. La polizia sta cercando di ricostruire le ultime ore della 63enne ma anche tutte le sue relazioni e i suoi rapporti, che potrebbero dare qualche risposta. In questo senso sono da valutare anche gli interrogatori al marito di Liliana, Sebastiano Visintin, che durante i colloqui si è contraddetto dando versioni diverse, spiegando poi di averlo fatto per nascondere i lavori in nero che faceva.

Liliana Resinovich: le versioni del marito

L’uomo aveva spiegato che la mattina della scomparsa della moglie era uscito in bicicletta per provare una nuova videocamera, mentre Liliana doveva andare a fare alcune commissioni in città. Il racconto è stato smentito da alcuni testimoni che lo hanno visto. Nella seconda versione ha raccontato che il giorno della scomparsa era impegnato in uno dei suoi lavori di affilatore di coltelli e di essere rientrato e poi uscito diverse volte da casa per consegnare le lame. “Sono stato in laboratorio per due ore, dovevo affilare dei coltelli per i supermercati e le pescherie con cui lavoro” ha dichiarato l’uomo. “Ho parlato con la Questura e ho chiesto scusa se le prime volte non ho detto le cose giuste. Non ritenevo opportuno riferire dei coltelli: svolgo quel lavoro per aiutare la famiglia. Quando ho finito di lavorare con i giornali e sono venuto qui, ero sulle spalle di Lilly. Poi mi sono ripreso e ho fatto qualche lavoretto” si è poi giustificato l’uomo.

Liliana Resinovich: il rapporto di coppia

Non è ancora chiaro se l’uomo fosse a conoscenza del riavvicinamento di Liliana ad un suo ex. Ha continuato a die che erano felici, ma testimonianze di amici e parenti parlano di rapporto logoro e quasi concluso, soprattutto dopo il riavvicinamento all’ex. Lo confermano i messaggi trovati nel cellulare di Liliana. Anche il giorno della scomparsa la donna voleva incontrare l’uomo con cui stava nascendo nuovamente una relazione. La donna è stata vista mentre si incamminava verso la sua destinazione, ma poi si sono perse le tracce, fino al ritrovamento del corpo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli