Misteriosi eventi hanno caratterizzato la vita di questa struttura

·2 minuto per la lettura
Stazione radio North Concord in Vermont
Stazione radio North Concord in Vermont

La nascita della stazione radio è strettamente legata alla cosiddetta Guerra Fredda tra Unione Sovietica e Stati Uniti.

L’esercito americano aveva necessità di studiare tutte le possibili mosse del nemico soprattuto attraverso stazioni radar a terra per tenere traccia dei movimenti nemici e fornire avvertimenti precoci di qualsiasi minaccia nucleare.

La stazione radio (abbandonata) North Concord in Vermont

La montagna nel Vermont circondata da fitte foreste era un luogo ideale a questo scopo infatti, dopo due anni di lavori, nel 1956 la stazione radio North Concord era operativa e pronta ad ospitare fino a 170 militari.

Come già accennato, la zona era difficile da raggiungere e in inverno, a causa della neve, l’unica strada di accesso rimaneva bloccata. Per questo motivo la stazione era provvista anche di palestra, barbiere, un negozio e una pista da bowling: occorreva confortare l’animo dei militari spesso bloccati sulla montagna.

Nella primavera del 1962, la North Concord Air Force Base fu ribattezzata Lyndonville Air Force Base ma nel marzo 1963, l’Aeronautica militare statunitense decise di chiudere il sito. Non solo a causa dell’aumento dei costi, ma anche perchè l’avanzare della tecnologia rendeva le sue attrezzature obsolete.

Dalle leggende alle pagine di cronaca: i misteri della Radio North Concord

Dopo la chiusura e la fine della storia “militare” della struttura, cominciano una serie di eventi di cronaca che hanno ammantato la sua storia di un velo di leggenda. E che sono riportate da varie fonti locali, raccolte per l’occasione dal sito “Abandoned Spaces”.

La leggenda parla di due coniugi “presumibilmente rapiti dagli alieni” nella zona vicino l’area, già prima che la stazione venisse chiusa. Quel giorno alcune persone avevano visto per 18 minuti uno strano oggetto volante sopra la montagna.

Passata ad un proprietario privato, nell’inverno del 1969 un gruppo di persone che stava attraversando la zona con delle motoslitte non hanno notato una catena che questi aveva posto nell’area e uno di essi ha perso la vita . Dopo questo evento, la zona è stata spesso oggetto di atti di vandalismo. Passata anni dopo a un nuovo proprietario, un altro evento tragico segnò la storia della North Concord: nel 1990 una persona cadde dalle torri del radar e perse la vita.

Ora della zona rimangono una serie di scheletri di cemento a ridosso della montagna che testimoniano l’inquietante stagione della Guerra Fredda.

(Foto di Urban Downfall)