Mistero come opportunità: verso la XXIII Triennale internazionale

La curatrice Erisilia Vaudo: usare stupore e meraviglia