Mitch Petrus, il giocatore Nfl morto a 32 anni per un colpo di calore

mitch petrus

Mitch Petrus vinse il Superbowl con i Giants nel 2012: era un grandissimo giocatore Nfl. Purtroppo, un colpo di calore fatale (come riporta il referto medico) ha messo fine alla sua carriera. Mitch Petrus è morto a 32 anni a Lonoke County in Arkansas, Stati Uniti. Erano le 22:45 di giovedì 18 luglio: dopo una giornata lavorativa nel negozio di famiglia, Mitch lamentava un leggero malessere. I familiari, quindi, lo hanno accompagnato all’ospedale Baptist Health Medical Center.

Mitch Petrus è morto

Il caldo che sta investendo gli Stati Uniti in queste settimane è davvero pesante. Infatti, spesso accade che le persone ne risentano fisicamente. Proprio in questo modo ha perso la vita l’ex giocatore dei Giants, Mitch Petrus. il referto medico segnala un colpo di calore tra le cause della morte del giovane 32enne. Infatti, Mitch aveva trascorso l’intera giornata di giovedì scorso a lavorare nel negozio di famiglia. La sera, inoltre, aveva lamentato qualche malessere e si era recato con la famiglia all’ospedale Baptist Health Medical Center, North Little Rock. La sua morte è avvenuta intorno alle 22:45.

La carriera

La carriera del giocatore era partita dall’Arkansas, con la Carlisle High School. In seguito Mitch era passato a ricoprire diversi ruoli: dal tight end, al linebacker e persino il fullback. Aveva raggiunto squadre con giocatori di grande fama, tra i quali Darren McFadden e Felix Jone. Infine, nel 2010 era approdato ai Giants, con i quali aveva vinto nel 2012 il Superbowl. Poi nel 2013 si era ritirato.