Mix di vaccini, cosa succede a chi rifiuta: nuova circolare

·2 minuto per la lettura
Mix di vaccini, cosa succede a chi rifiuta: nuova circolare (Getty Images)
Mix di vaccini, cosa succede a chi rifiuta: nuova circolare (Getty Images)

Una nuova circolare del ministero della Salute ha messo in chiaro cosa succede a chi rifiuta il mix di vaccini tra prima e seconda dose, ovvero chi non vuole farsi somministrare Pfizer dopo AstraZeneca. Per gli under 60 che hanno ricevuto la prima dose di vaccino anti-Covid Vaxzevria, infatti, e rifiutano la seconda dose con un prodotto diverso, sarà possibile completare il ciclo vaccinale con lo stesso vaccino di AZ, previo colloquio medico e dopo la firma di un modulo di consenso informato.

GUARDA ANCHE - Vaccini Covid, il mix è sicuro ed efficace? Il parere dell’Ema

"Secondo quanto evidenziato dal Cts - si legge nella circolare, a firma del direttore generale Prevenzione del ministero, Giovanni Rezza - ferma restando la indicazione prioritaria di seconda dose con vaccino a mRna, ispirata ad un principio di massima cautela rivolto a prevenire l'insorgenza di fenomeni Vitt in soggetti a rischio basso di sviluppare patologia Covid-19 grave, e a un principio di equità che richiede di assicurare a tutti i soggetti pari condizioni nel bilanciamento benefici/rischi, qualora un soggetto di età inferiore ai 60 anni, dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino Vaxzevria, pur a fronte di documentata e accurata informazione fornita dal medico vaccinatore o dagli operatori del centro vaccinale sui rischi di Vitt, rifiuti senza possibilità di convincimento il crossing a vaccino a mRna, allo stesso, dopo acquisizione di adeguato consenso informato, può essere somministrata la seconda dose di Vaxzevria".

"Tale opzione risulta coerente e bilanciata dal beneficio derivante dall'annullamento del rischio connesso alla parziale protezione conferita dalla somministrazione di una singola dose di Vaxzevria", si legge ancora nel testo.

GUARDA ANCHE - Covid-19, perché posso scegliere il vaccino? Risponde l’AIFA

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli