Moda: addio a Leigh Perkins, trasformò abbigliamento da pescatore in lifestyle brand (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Leigh H. Perkins, dopo gli studi universitari al Williams College di Williamstown, dove si laureò nel 1950, ha svolto una serie di lavori per i successivi 15 anni, tra cui operaio nelle miniere di ferro e venditore per un'azienda che produceva attrezzature per saldature meccaniche. Ma Perkins voleva costruire qualcosa di suo. Da appassionato sportivo che amava cacciare e pescare era stato un cliente della piccola ditta di strumenti da pesca Orvis sin dai tempi del college. Nel 1965 Perkins prese così il controllo di Orvis diventandone presidente, direttore e sviluppatore di prodotti. Riceveva anche telefonate e leggeva le lettere dei clienti, un'usanza ancora in uso in Orvis per assicurarsi che i clienti fossero soddisfatti.

Perkins ha portato Orvis, fondata più di un secolo prima da Charles Orvis a Manchester, nello stato del Massachusetts, da un'azienda con 20 dipendenti e mezzo milione di dollari di vendite a un'impresa globale con oltre 700 dipendenti e un fatturato di oltre 90 milioni di dollari. Un anno dopo l'acquisto di Orvis, Perkins lanciò quella che si ritiene essere la prima scuola di pesca a mosca negli Stati Uniti.

Leigh Perkins ha avuto un impatto sull'industria della pesca a mosca dal punto di vista del prodotto e la sua intraprendenza imprenditoriale ha fatto sì che anche l'abbigliamento tipico di un pescatore diventasse cool e popolare, sfornando linee di giacconi e pantaloni non solo impermeabili ma anche di stoffa oltre a scarpe impermeabilizzate anche per il trekking.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli