Moda: la crescita oggi passa anche per una buona digital strategy

pexels picjumbocom 196655
pexels picjumbocom 196655

In passato le aziende del settore moda avevano l’esigenza di concentrarsi soltanto sul negozio, basando tutte le attività di sviluppo del prodotto, marketing, vendita, pubblicità e comunicazione sullo store fisico. Il boom di internet e dello shopping online ha cambiato tutto, in quanto il contesto digitale è un ambiente più dinamico e comporta la presenza simultanea su più canali.

Costruire una digital strategy ottimale in questo scenario non è facile, con il rischio di non essere in grado di garantire un’adeguata coerenza. Il problema principale è legato alla divisione delle attività, infatti la creazione di contenuti digitali da parte di soggetti differenti non consente di sviluppare una comunicazione efficace e perfettamente in linea con i valori del brand.

La soluzione migliore in queste circostanze è un approccio trasversale, un modello centralizzato capace di coordinare ogni attività legata alla creazione e all’implementazione della strategia digitale.

In questo modo si evita che ogni divisione applichi la propria logica all’attività da realizzare, creando contrasti e incongruenze tra un canale e l’altro con un danno ingente a livello di immagine e business.

Perché puntare su una digital strategy centralizzata nel settore moda

Centralizzare la strategia digitale è ormai imprescindibile, considerando anche la veloce espansione dell’ambito digital nel fashion e l’imminente arrivo anche del metaverso, un’ulteriore fattore che presto tutte le aziende dovranno imparare a gestire.

La soluzione più efficiente è quella di affidarsi a realtà in grado di occuparsi dell’intera digital strategy, come per esempio The Meraviglia, la boutique agency a Milano di native content fondata da Arianna Pietrostefani.

Come spiegato sul sito di themeraviglia.com, l’agenzia di comunicazione non solo è specializzata nella moda, con una expertise di altissimo livello maturata grazie alla collaborazione con i più importanti luxury brand del settore, ma è in grado di gestire la digital strategy a 360 gradi occupandosi anche di fashion copywriting, art direction e organizzazione di eventi.

Un unico referente per la comunicazione permette di raccontare il brand in modo corretto, usando parole e immagini per trasmettere i valori del marchio in maniera coinvolgente e allineata alle esigenze dell’azienda di moda.

D’altronde, la molteplicità degli strumenti e dei canali su cui lavorare è considerevole, perciò è fondamentale puntare su un approccio centralizzato per preservare la qualità del contenuto sviluppato e veicolato online, dal web ai social media, fino alla sinergia tra la comunicazione online e offline.

Un aspetto da non sottovalutare è la possibilità di centralizzare anche la gestione dei dati digitali, ovvero l’insieme delle informazioni generate da ogni attività online legata alla digital strategy.

Le potenzialità di questa risorsa preziosa possono essere sfruttare appieno tramite la centralizzazione, utilizzando meglio le indicazioni ottenute per migliorare i contenuti digitali e ogni attività online. Inoltre, per l’azienda diventa più semplice misurare il ritorno sull’investimento dei contenuti, mantenendo un maggiore controllo sul rapporto costo/rendimento di tali attività.

I vantaggi di affidare la gestione della digital strategy a un’agenza di comunicazione

Affidare la gestione della propria digital strategy a un partner affidabile, in grado occuparsi in modo completo dei contenuti digitali da produrre permette di beneficiare di standard elevati termini di conformità e qualità.

Questa opzione permette di ottimizzare le diverse tipologie di contenuti da realizzare e armonizzare il processo creativo, affinché l’immagine dei prodotti venga sempre veicolata nella maniera giusta e in modo rapido, senza perdere in qualità o coerenza.

D’altronde, l’estetica delle immagini e delle parole permette di creare una visione complessiva delle cose ad alto impatto, un approccio che consente ai brand moda di comunicare in modo efficace con gli utenti anche nel frammentato e dinamico mondo digitale.