Moda, Matilde Mourinho: "mio padre un supporter prodigo di consigli"

(Adnkronos) - E' sempre stato prodigo di consigli José Mourinho nei confronti della figlia Matilde, giovane designer di gioielli, in questi giorni nella capitale. Pochi, ma mirati. 'Fai ciò che credi, purchè prenda seriamente il tuo lavoro e ti impegni con coscienza, cercando di essere sempre molto, molto organizzata'. E' quello che ha fatto Matilde Faria Mourinho Felix (25 anni), laureata con master al Condé Nast College of Fashion & Design, entrata nel mondo della moda con il suo marchio di gioielli Matilde Sustainable Jewellery, presentato a Roma durante il Phygital Sustainability Expo, che si è svolto ai Mercati di Traiano. Il suo universo è legato ai diamanti, ma quelli sintetici, creati in laboratorio con un design più contemporaneo, gioielli più piccoli, più duttili, interscambiabili (realizzati sempre con oro riciclato) lontani dai polverosi e un pò agè solitari delle nonne.

"Desideravo creare un prodotto che potesse essere facilmente acquistabile dalle ragazze della mia età - racconta Matilde Mourinho- Un oggetto del desiderio che fosse al contempo emblema di sostenibilità e accessibilità". Il cinema, la televisione, la danza. Numerose sono le citazioni legate ai diamanti, anche se Matilde Mourihno condivide quanto confessato da Marylin Monroe nel film 'Gli uomini preferiscono le bionde'. 'I diamanti? i migliori amici delle donne', affermava la grande attrice. "Eppure - aggiunge la figlia dell'allenatore della Roma - cuore della mia creatività è anche una presa di coscienza profonda di quanto i diamanti descritti come meravigliosi, inaccessibili, perfetti, qualcosa a cui ambire, a cui aspirare... siano spesso emblema dello sfruttamento e del dolore dell'uomo. E' quello che ha portato sul grande schermo il regista di 'Blood Diamand- Diamanti di sangue' Edward Zwick con Leonardo Di Caprio e Jennifer Connely nei ruoli protagonisti".

Matilde Mourinho ha scelto di vivere a Londra ("una città che amo per la sua libertà e normalità"), legatissima ai genitori e soprattutto al padre ('non lo vedo come un eroe, nè tanto meno come una persona inarrivabile, il mio daddy è un uomo normalissimo') le sue 'boutique' sono online, spesso in partnership, anche se per il momento il cuore dei suoi investimenti rimane la capitale inglese. Legata alla royal family, alle sue creazioni si è interessata anche la duchessa di Cambridge e moglie dell'erede al trono di Albione. " Doveva indossare alcune mie creazioni ad una manifestazione - ricorda - Poi all'ultimo momento tutto è saltato. Spero di avere un'altra chance".

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli