Modena, 15enne morto dopo essersi tuffato in piscina

·2 minuto per la lettura
ragazzo morto tuffo Modena
ragazzo morto tuffo Modena

Un destino tragico e crudele lo ha prematuramente strappato alla vita. Un ragazzo di 15 anni è morto dopo un tuffo in piscina, nella struttura di San Pietro in Elda, in provincia di Modena. Il giovane potrebbe essere rimasto vittima di un malore, ma le cause del decesso sono ancora da chiarire.

Ragazzo morto dopo un tuffo in piscina a Modena: la dinamica

Aveva solo 15 anni Adam Douzad, il ragazzo morto dopo essersi tuffato in piscina. La tragedia è avvenuta nella giornata di sabato 5 giugno a San Pietro in Elda, frazione di San Prospero. Il giovane è morto il giorno seguente.

Solo poche settimane prima, dalla provincia di Modena era arrivata un’altra drammatica notizia: quella della morte del 18enne Morgan Grandi, deceduto in seguito a un incidente. A perdere la vita ora è Adam, un giovane che desiderava trascorrere un piacevole sabato pomeriggio in compagnia di alcuni amici. Dopo il prolungato isolamento per via del lockdown, finalmente poteva godersi un po’ di svago e divertimento. La piscina, sulla base delle ordinanze previste dal governo italiano in seguito all’emergenza coronavirus, aveva riaperto da poco.

Il padre di Adam, straziato dal dolore per la triste perdita subita, ha raccontato: “Mio figlio era tornato a casa da scuola, abbiamo mangiato tutti insieme in famiglia, poi ha usato il computer e poco prima delle 15 è partito per la piscina. Poi ci hanno chiamato e detto di quello che purtroppo era accaduto”.

Ragazzo morto dopo un tuffo in piscina a Modena: le cause del decesso

Il giovane deceduto in provincia di Modena pare sia stato vittima di una malore. Tuttavia, le cause del decesso sono ancora da accertare e non si escludono altre ipotesi.

Il 15enne potrebbe aver avuto un malore conseguente a una congestione oppure aver picchiato la testa dopo essersi tuffato.

Ragazzo morto in seguito a un tuffo in piscina a Modena: i soccorsi

Adam quel pomeriggio si era recato in piscina in bicicletta insieme ai suoi amici. Con loro avrebbe voluto godere di un pomeriggio all’insegna del divertimento, ma un tragico destino gli è stato fatale.

Dopo essersi tuffato in acqua, infatti, il giovane si è sentito male, forse per un malore oppure per aver battuto la testa al suolo. I bagnini della piscina sono prontamente intervenuti per cercare di rianimare il ragazzo, ma per lui è stato necessario il soccorso del 118. In seguito all’intervento del personale medico di Mirandola e Crevalcore, Adam è stato trasferito con l’elicottero nel capoluogo emiliano. Il 15enne, infatti, è stato ricoverato al Sant’Orsola di Bologna, dove è morto il giorno successivo, nella serata di domenica 6 giugno 2021.

Proprio domenica i carabinieri si sono recati presso la piscina di San Prospero, confrontandosi con i titolari sul drammatico episodio. Ancora da ricostruire l’esatta dinamica della tragedia e le cause del decesso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli