A Modena nasce Fuorisophia, iniziativa collaterale al FDF 2021

·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 6 set. (askanews) - Sull'idea del Fuorisalone che accompagna il Salone del Mobile di Milano nasce "Fuorisophìa" il Fuori Festival Filosofia di Modena. Dal 17 al 19 settembre mostre, musica, performance, incontri culturali, presentazioni di libri si terranno in luoghi sfitti o vuoti del centro di Modena e non solo, in concomitanza col Festival filosofia. Il festival è curato da Marco Mango in collaborazione con Simone Ghiaroni e Luca Spaggiari.

Non si tratta di un "contro festival", ma un'iniziativa "con" il Festival. L'idea quella di aprire spazi di creatività e cultura multi vocali, con la moltiplicazione dei canali di espressione (arte, danza, parola...), fuori dalla struttura grande maestro/platea, in un'ottica partecipativa, collettiva, di gioia e condivisione.

Alcuni degli interventi saranno tenuti da persone emergenti o "laterali" della scena culturale italiana e non solo. Giuseppe Sofo è ricercatore a Ca' Foscari ed esperto di traduzione e letterature postcoloniali accompagnerà in viaggio attraverso la letteratura. Marco Dallari, pedagogista e uno dei massimi esperti italiani di didattica dell'arte ed educazione, presenterà il suo ultimo libro "la zattera della bellezza". Francesco Marradi, Deputy Program Director presso Eurofighter Programme Office, Italian MoD, attraverso il gioco accompagnerà gli spettatori dentro a Matrix.

Dario De Santis (Modena 1980), storico della scienza presso il Dipartimento di Studi Umanistici e del Patrimonio Culturale (DIUM) dell'Università degli Studi di Udine e collaboratore del centro interdipartimentale di ricerca Aspi, racconterà il valore della scienza per fare la storia del presente. Rodolfo Maggio, antropologia economica dei valori morali, Università umanistica di Torino, parlerà del valore morale e del valore economico.

Mario Nocelli, esperto dei linguaggi della moda e delle sue performance finanziarie, ci intratterrà con letture destrutturate e armoniche sull'identità dell'essere e dell'amare. Simone Ghiaroni (coordinatore scientifico di FUORISOPHÌA) presenterà il suo ultimo libro "Il disegno selvaggio" edito da Meltemi, 2020. Stefano Rimini, advisor per le politiche di welfare per Unicef e per il Parlamento Europeo, European Climate Pact Ambassador per la Commissione Europea ci parlerà del paradosso nell'epoca social/digitale della trasmissione intergenerazionale delle disuguaglianze.

Il percorso partecipato del FUORISOPHÌA 2021 continuerà con: l'anteprima nazionale del progetto CirculArt, seconda edizione, curato e prodotto da Cittàdellarte Fondazione Pistoletto. L'esposizione alla Galleria Mies con opere di Simone Fazio, Simone Venturi, Marcello Pipitone, Laura Morselli e Alan Zinchi, con la partecipazione straordinaria di Pietro Saporito. La presentazione del docufilm "L'esordio dell'innocenza" di Fargas (Spazio Major Tom, cortile del banano). La performance visiva, fisica e teatrale di Marianna Miozzo all'interno di Palazzo Forni, il gesto itinerante per alcune soste a sorpresa nel centro storico, della mantella d'autore di Marcello Pipitone narrata dal fratello filosofo Francesco Pipitone.

Gli interventi musicali e i concerti dal vivo di una selezione di musicisti trasversali di diverse provenienze e generazioni, dal talento ventenne del rapper radicale Giulio Artoni in arte Sir Soi (spazio Libera) al decano rocker Marco Baccarini in arte "Zio Bac", (Kinder Garden) passando per l'ocarina sublime Budriese di Fabio Galliani in duo con l'armonica di Gianluca Caselli (Bar Schiavoni).

Gli intrattenimenti sonori saranno a cura di Matteo Colombini, Giancarlo Corcillo e Claudio Luppi in arte "Pip Carter" (Spazio Major Tom, cortile del banano), e ci saranno live distinti e in session di Tiziano Bianchi e Luca Perciballi al Kinder Garden.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli