Moderna, vaccino Covid efficace al 93% 4-6 mesi dopo seconda dose

·1 minuto per la lettura
Un operatore sanitario tiene in mano una fiala del vaccino Moderna contro il COVID-19

(Reuters) - Moderna ha fatto sapere che il suo vaccino ha un'efficacia del 93% dopo 4-6 mesi dalla seconda dose, senza alcun sostanziale cambiamento rispetto all'efficacia del 94% riportata nello studio clinico precedente.

Il confronto è positivo rispetto ai dati diffusi dalle rivali Pfizer e BioNTech SE la scorsa settimana che evidenziavano una diminuzione dell'efficacia del vaccino del 6% ogni due mesi, scendendo a circa l'84% sei mesi dopo la somministrazione della seconda dose.

I sieri di Moderna e Pfizer-BioNTech sono entrambi basati sulla tecnologia a Rna messaggero.

"Ci fa molto piacere sapere che l'efficacia del nostro vaccino contro il Covid-19 sia stabile al 93% da quattro a sei mesi dopo la seconda dose", ha dichiarato Stéphane Bancel, Ceo di Moderna. "Questa lunga durata va a beneficio delle centinaia di milioni di persone che fino ad oggi hanno ricevuto il vaccino Moderna", ha aggiunto.

L'azienda ha registrato un fatturato di 4,4 miliardi di dollari nel secondo trimestre, superando leggermente l'aspettativa di 4,2 miliardi di dieci analisti intervistati da Refinitiv.

Il vaccino contro il coronavirus è il primo farmaco autorizzato per Moderna, il cui fatturato ammontava a soli 67 milioni di dollari nello stesso periodo dello scorso anno.

Moderna ha registrato 2,78 miliardi di dollari di utile netto nel trimestre, o 6,46 dollari per azione, battendo le aspettative di 2,46 miliardi di dollari e 5,96 dollari per azione.

(Tradotto da Agnese Stracquadanio in redazione a Danzica, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, agnese.stracquadanio@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli