Modi dice no alla Cina: India non entra in accordo commercio RCEP -3-

Mos

Roma, 4 nov. (askanews) - Al di là delle suggestioni spirituali e filosofiche, a suggerire a Modi di lasciar perdere l'accordo sono state tuttavia ragionamenti molto concreti. Nuova Delhi è preoccupata per la graduale eliminazione delle tariffe che aprirebbe il suo mercato interno a merci a basso costo provenienti dalla Cina, con la quale l'India ha già un massiccio deficit commerciale che supera i 50 miliardi di dollari annui.

La RCEP prevede la graduale caduta dell'80-90 per cento dei dazi in un'area di 16 paesi, che include qualcosa come 3,6 miliardi di abitanti.

La crescita economica indiana sta subendo un rallentamento, anche a causa della guerra commerciale tra Usa e Cina e delle misure protezionistiche che diversi paesi hanno innalzato.