Mogadiscio, attentato contro convoglio Onu: almeno 8 morti

·1 minuto per la lettura
(Photo: - via Getty Images)
(Photo: - via Getty Images)

Il bilancio degli 8 morti a seguito di un’esplosione a Mogadiscio, la capitale della Somalia, sembra destinato a salire ulteriormente. Non è chiaro chi fosse l’obiettivo dell’attacco, al momento dell’esplosione dell’autobomba nella zona stava passando una “scorta privata”, secondo quanto ha riferito il funzionario Mohamed Abdillahi.

La forte deflagrazione, avvenuta alle 7.30 (5.30 ora italiana), ha scosso le strade della città questa mattina ed è stata definita molto potente dai media locali e internazionali. Subito dopo c’è stata una breve sparatoria. Un funzionario della sicurezza ha precisato poi che tra le vittime ci sono anche studenti. L’attentato non è stato rivendicato, ma le autorità sospettano il gruppo jihadista degli Shebab, legato ad Al Qaida, che si è attribuito la morte sabato scorso del popolare giornalista somalo, Abdiaziz Mohamud Guled, direttore di Radio Mogadiscio.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli