Mogol, Sibilia, Diritti a I luoghi dell’anima-Italian Film Festival

·3 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 25 giu. (askanews) - Si terrà dal 30 giugno al 4 luglio la seconda edizione di "I Luoghi dell'Anima - Italian Film Festival", una manifestazione ideata e presieduta da Andrea Guerra con la direzione artistica di Steve Della Casa e Paola Poli, nata nel centenario della nascita di Tonino Guerra. Un festival unico che non insegue le mode, le esclusive, le anteprime, ma punta a sollecitare la riflessione e la ricerca del proprio luogo dell'anima. Tema della seconda edizione è: "Il cinema e la televisione illuminano i territori" con un focus particolare su: "Musica e memoria: oltre lo spazio e il tempo", approfondimento dedicato alla canzone d'autore. "I Luoghi dell'Anima - Italian Film Festival" si svolgerà a Santarcangelo di Romagna, tra il Supercinema e lo Sferisterio e proporrà in Concorso film e documentari che sperimentano nuovi linguaggi per narrare al grande pubblico le memorie e le vicende di luoghi e persone. Non mancheranno gli Eventi Speciali, tra cui la lectio magistralis di Mogol.

"I luoghi dell'anima - hanno spiegato i direttori artistici Steve Della Casa e Paola Poli - sono i percorsi che il cinema suggerisce a ciascuno di noi. Così come ognuno ha un luogo che rappresenta qualcosa di speciale, allo stesso modo i film provocano ricordi, emozioni, percorsi capaci di cambiare le nostre vite. Come dice Jean-Luc Godard, il cinema è mistero e fascino, e con questo criterio abbiamo selezionato le nostre proposte e vi proponiamo di condividerle in questo festival".

Promosso dall'Associazione Tonino Guerra, il festival è dedicato a opere cinematografiche e televisive in cui l'ambientazione è protagonista, nell'osmosi tra territorio, memoria, immaginazione e racconto. "Tonino è stato sceneggiatore, poeta, artista, pittore - lo ha ricordato il figlio Andrea Guerra, presidente dell'Associazione Tonino Guerra. Aveva questa mentalità di attivista Zen. Pennabilli rappresentava una 'metropoli del verde', un luogo per trovare nuova ispirazione. Un luogo dove voleva riportare tutta la bellezza che aveva visto nel mondo".

"Carlo Petrini - ha continuato Andrea Guerra - che è grande amico dell'associazione, condivide con noi i valori di armonia, dialogo tra i popoli, delle tradizioni contro l'imbarbarimento. Con la nostra associazione parliamo di una sorta di ecologia dell'anima per creare un Museo diffuso che si muova verso il pubblico, una piattaforma per le persone. Il festival di cinema vuole diventare occasione di condivisione di questi valori e di riunione di quei registi cronisti di territori e umanità varie che rinunciano all'intrattenimento puro. E che hanno una missione verso un creato pacifico e sostenibile".

Durante l'anteprima del Festival, il 5 giugno, il celebre regista tedesco Werner Herzog ha ricevuto un premio speciale alla carriera, "La foglia contro i fulmini", un talismano immaginifico narrato da Tonino Guerra. Tra gli eventi speciali in programma, il primo luglio la lectio magistralis di Mogol, il 2 l'incontro con Sydney Sibilia e la proiezione speciale del suo film "L'incredibile storia dell'isola delle rose" e il 3 luglio l'incontro con Giorgio Diritti e la proiezione speciale di "Volevo Nascondermi". Verranno assegnati i premi Miglior Opera Prima, Miglior Interprete e Miglior Cortometraggio. Completano il programma due eventi speciali: "Un film a passo zero" mostra dell'artista milanese Paolo Ventura (dal 30) e "Dipinti", mostra personale dell'artista Alessandro Sicioldr (dal 4 luglio).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli