Molestie, "Ci chiamava orsacchiotte": indagato un insegnante

"Ci chiamava orsacchiotte": insegnante indagato per molestie (Getty Images)
"Ci chiamava orsacchiotte": insegnante indagato per molestie (Getty Images)

Un insegnante di un istituto superiore di Lecce è indagato con l'accusa di molestie nei confronti delle sue studentesse. A fare partire l'inchiesta è stato un esposto presentato in Procura dalla dirigente della scuola dove l'uomo lavora, dopo che due ragazze di sedici anni hanno raccontato che il docente le chiamava "orsacchiotte" e si rivolgeva loro con termini particolarmente affettuosi.

LEGGI ANCHE: Associazione Alpini e molestie Rimini: "Fisiologici episodi maleducazione"

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Molestie a scuola, la denuncia delle studentesse

L'istituto scolastico ha avviato un procedimento disciplinare nei confronti del docente. Inoltre, la Procura sta compiendo i dovuti accertamenti per verificare se davvero si siano verificate eventuali molestie.
Da quanto si è appreso, le due studentesse hanno messo nero su bianco il loro racconto. Hanno spiegato che il professore le chiamava "orsacchiotte" ed era sempre fin troppo affettuoso.
Tuttavia, durante l'incidente probatorio davanti al magistrato che conduce l'inchiesta, una delle ragazze ha affermato di non essersi sentita umiliata e nemmeno molestata dagli atteggiamenti del professore, il quale nega tutte le accuse.

LEGGI ANCHE: Dopo le denunce social raccolte da Non Una di meno relative a decine di casi arriva la replica

Il legale del docente accusato di molestie ha reso noto di avere chiesto, per conto del suo assistito, che la dirigente dell'istituto scolastico trasferisse l'insegnante dalla classe dove sarebbero avvenuti i fatti in un'altra. La risposta, però, sarebbe stata negativa: la preside avrebbe risposto che al momento non ci sarebbero ragioni per interrompere il percorso didattico del docente. La situazione è molto delicata. A questo punto non resta che aspettare la fine delle indagini dei magistrati, che stanno verificando tutte le accuse e, sulla base dei risultati degli accertamenti, decideranno il da farsi.

LEGGI ANCHE: Alpini, Guerini: "Molestie a Rimini? Nessuna tolleranza"

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Lo sport si coalizza contro gli atti di molestie e violenze

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli