Molestie verbali in strada per la figlia di Michelle Hunziker

·1 minuto per la lettura
aurora ramazzotti
aurora ramazzotti

Brutta disavventura quella capitata ad Aurora Ramazzotti, che in alcune storie pubblicate sul proprio profilo Instagram ha denunciato di essere stata vittima di catcalling mentre si trovava fuori a correre. La figlia di Michelle Hunziker ed Eros Ramazzotti ha spiegato di essere purtroppo spesso costretta a sentire commenti sessisti quando si trova fuori di casa. Un fenomeno che negli ultimi anni è sempre più denunciato in tutto il mondo.

Aurora Ramazzotti vittima di catcalling

Nella storia pubblica nel pomeriggio del 29 marzo, Aurora Ramazzotti afferma: “Devo dirvi una cosa seria. Ragazzi ci rendiamo conto che nel 2021 succede ancora – di frequente tra l’altro – il fenomeno del catcalling. […] È possibile che appena mi metto una gonna o appena mi tolgo la giacca sportiva mentre sto correndo perché fa caldo io debba sentire i fischi, i commenti sessisti, le schifezze, a me fa schifo e se sei una persona che lo fa e stai vedendo questa storia perché ti arriva in qualche modo sappi che fai schifo.

Come spiegato dalla ragazza nelle stesse storie inoltre, quello del catcalling è “Un fenomeno che ha come oggetto complimenti di cattivo gusto rivolti per strada a donne giovani. Il fenomeno è in crescita e condiziona molte ragazze, che non si sentono più libere di camminare per strada e indossare ciò che vogliono”. La stessa Ramazzotti ha poi chiesto ai suoi follower se per caso è l’unica che ne è vittima nonostante si vesta spesso con abbigliamento sportivo o comunque non particolarmente appariscente.