Molise, Toma: "Insultato mentre ero al ristorante, mio collaboratore in ospedale"

·2 minuto per la lettura

''Ero seduto al tavolo con un mio stretto collaboratore, Maurizio Tiberio, e stavamo mangiando, in un ambiente familiare che io conosco bene. A un certo punto due giovani correndo sono passati vicino al nostro tavolo insultandomi in una maniera vergognosa, proferendo parole prese dai social contro di me. Io ho chiamato la polizia e il mio collaboratore si è alzato per capire chi fossero e uno dei due gli ha dato una testata sul naso, mandandolo in ospedale''. E' il racconto dell'aggressione subita oggi alle 14 in un ristorante di Campobasso dal governatore del Molise, Donato Toma, e da un suo collaboratore che ha avuto 10 giorni di prognosi.

''Subito dopo è arrivata la polizia e i due giovani hanno continuato a insultarmi'', dice ancora Toma all'Adnkronos. I due aggressori hanno circa 20 anni.

''Mando un abbraccio a Tiberio che si trovava con me e che ha subito un'aggressione fisica che poteva avere conseguenze peggiori. Per quanto mi riguarda rivolgo per l'ennesima volta un appello: abbassiamo i toni, questi episodi sono anche frutto di un'escalation di violenza verbale ingiustificabile e che diventa poi incontrollabile. Io capisco la stanchezza della popolazione dopo 15 mesi di emergenza Covid ma insieme abbiamo fatto tanto, il nostro piccolo Molise ha resistito meglio di molte altre regioni'' afferma il governatore.

''Sottolineo rivolgendomi in particolare alle forze politiche in tono sommesso: siamo una piccola comunità, se tutti uniti remiamo nella stessa direzione diventiamo più forti. Lasciamo perdere gli spargitori d'odio, lasciamo perdere i disfattisti, difendiamo il Molise per bene, il Molise che lavora, che produce silenzioso che quotidianamente tra sacrifici e buona volontà, va avanti. Noi siamo quel Molise e diciamo no alla violenza, no alle intimidazioni, andiamo avanti più forti di prima'' scandisce il governatore del Molise.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli