Monarca già “arrabbiato” e il dettaglio non sfugge: ecco cosa è successo durante la cerimonia

Il momento di disappunto di Re Carlo
Il momento di disappunto di Re Carlo

Nuove responsabilità e primo disappunto reale in assoluto per Carlo III durante la sua proclamazione come sovrano del Regno Unito: la cancelleria del tavolino su cui deve firmare come nuovo sovrano non è disposta bene. Piccolo siparietto a metà fra l’imbarazzato e il contrariato per il nuovo re britannico, che nel bel mezzo di quello che probabilmente considerava il momento più solenne e iconico della celebrazione di cui era protagonista ha dovuto fare i conti con un intoppo a cui nessuno sfugge: l’errata disposizione delle cose che hai davanti.

Primo disappunto reale per Carlo

E se per alcuni questa disposizione è errata per questioni per lo più egotiche ed ossessivo-compulsive, per Carlo quella disposizione si è rivelata errata per questioni di praticità e protocollo. Ma cosa è successo? Che al momento della solenne firma di accettazione dell’incarico che la nazione per mano e bocca del Parlamento gli conferiva Carlo si è accorto che l’astuccio delle penne, il calamaio-scodellino e tutti gli oggetti di cancelleria “reale” che ingombravano il tavolo erano disposti male, vale a dire “a barriera” fra le sue braccia ed il registro da firmare, come dire in metafora fra lui e il reame.

Il brusco gesto con la mano all’attendente

A quel punto il sovrano ha bruscamente ingiunto, con un gesto della mano molto eloquente, ad un attendente, di spostare l’astuccio e, una volta seduto, se lo è personalmente aggiustato di nuovo lui. Tutto questo con un’espressione contrariata a malapena mitigata da un sorrisetto finale. Sorrisetto a denti stretti.

Ecco il video dove potete recuperare quello che ha combinato il principe Carlo.