Moncler, ricavi trim3 in calo ma meglio di attese, segnali incoraggianti ad ottobre

·1 minuto per la lettura
Logo Moncler in uno store di Roma
Logo Moncler in uno store di Roma

MILANO (Reuters) - Moncler ha chiuso il terzo trimestre con ricavi in calo del 15%, una contrazione più contenuta di quanto attendessero gli analisti e di quanto registrato nel trimestre precedente.

Ma nonostante i "segnali incoraggianti" di ottobre, il gruppo non ha fornito stime per l'ultima parte dell'anno, fondamentale per i conti del produttore di piumini di lusso.

"Abbiamo concluso il terzo trimestre con risultati superiori alle nostre aspettative (...). I segnali che stiamo vedendo ad ottobre sono incoraggianti, ma siamo consapevoli che abbiamo davanti a noi settimane sfidanti rese ancora più incerte dall'attuale situazione economico-sanitaria", dice nella nota il presidente e AD Remo Ruffini.

La riapertura dei negozi in gran parte del mondo durante l'estate ha aiutato le vendite di Moncler a rimbalzare con forza in Cina e Corea e a registrare un "significativo miglioramento" in America a partire da agosto, mentre Italia e Francia hanno continuato a soffrire per l'assenza di turisti.

I ricavi del trimestre sono scesi a 361,8 milioni contro i 340,7 attesi dal mercato, secondo il consensus fornito dalla società.

(Claudia Cristoferi, in redazione a Milano Maria Pia Quaglia)