Mondiali calcio, con Tivùsat tutto il bello del 4K

featured 1671140
featured 1671140

Roma, 15 nov. (askanews) – La Tv satellitare, a tre decenni dalla sua nascita, sta vivendo una seconda giovinezza: oltre il 34% della popolazione segue la programmazione televisiva utilizzando una parabola e un decoder. Alla crescita del satellite ha contribuito la trasformazione della piattaforma gratuita Tivùsat, che oggi raggiunge tutti gli angoli del paese trasmettendo in alta definizione più di 180 canali radio e tv tra cui più di 60 in HD e 7 in 4K Ultra.

Fondata nel 2009 e gestita da Tivù s.r.l, società partecipata da Rai, Mediaset, Telecom Italia, Associazione TV locali e Aeranti Corallo, Tivùsat rappresenta quindi la soluzione per chiunque abbia problemi di ricezione del segnale terrestre, poiché permette di raggiungere tutte le aree del territorio, anche quelle che, per ragioni orografiche, risultano di difficile copertura.

Dal 21 novembre al 18 dicembre la 22esima edizione dei Mondiali di calcio vedrà la tv satellitare assoluta protagonista di “Qatar 22”. 56 partite fruibili in 4K, “un’esperienza sensoriale per lo spettatore in altissima definizione”.

Il consigliere delegato di Tivù Srl, Stefano Luppi, spiega quali sono i vantaggi per gli utenti che utilizzeranno la piattaforma tivusat per fruire le partite di calcio e non solo:

“Sono fondamentalmente due gli elementi chiave che ci differenziano e ci rendono “superiori” rispetto ad altre piattaforme. Innanzitutto la qualità, dove la diffusione del 4K su satellite avviene con una banda maggiore che migliora la qualità dell’immagine. Poi la semplicità nel senso che per poter vedere i mondiali in 4K, 56 partite su 64, basta andare al canale 210 dove c’è la diffusione di Rai 4K per vedere con il massimo livello qualitativo possibile le partite”.

“Tivùsat è una piattaforma gratuita e basta acquistare un decoder o una cap certificata che contiene anche una tessera di Tivùsat. Una cam costa meno di 100 euro e con questa spesa i telespettatori italiani, su 56 partite in 4K significa poco più di un caffè per partita”, aggiunge.

Cosa altro può avere lo spettatore di Tivùsat più di quello che ha abitualmente l’utente della televisione terrestre:

“Intanto un’offerta in 4K con una validità complessiva. Perchè oltre al canale Rai 4K dei mondiali abbiamo altri sei canali 4K. Quindi sette canali, tra cui ad esempio il canale della Nasa che ha diffuso recentemente il rientro di Samantha Cristoforetti sulla Terra. Oppure sempre per Rai 4K abbiamo mandato in onda le sette replice di Montalbano che sono andate in onda tra settembre e gli inizi di novembre”, conlude Luppi.