Mondiali, Ceccon bronzo:”Ok medaglia, ma è come se fossi quarto”

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 25 giu. (askanews) - Thomas Ceccon conquista il bronzo nei 50 dorso. Prima due centesimi di amarezza ai piedi del podio, poi la squalifica dell'americano Justin Ress che aveva vinto in 24 basso e il terzo posto che trova un nuovo inquilino. Thomas Ceccon chiude in 24"51, a cinque centesimi dal record in semifinale che aveva migliorato quello nuotato in batteria in 24"62 per un incremento di mezzo secondo e una nuova dimensione anche nelle gara breve. "La medaglia c'è, ma per come la penso io è come se fossi arrivato quarto. Il bronzo mi rasserena un po' perché quei due centesimi me le avrebbero fatte girare parecchio. Però mi dispiace per Ress, anche se non so perché sia stato squalificato. Non sono stato fluido come in semifinale seppur avevo buone sensazioni - sottolinea il 21enne di Schio, allenato da Alberto Burlina al centro federale di Verona, diventato campione e primatista mondiale nei 100 dorso dopo il bronzo con la 4x100 stile libero - Siamo tutti un po' stanchi e la staffetta mista sarà decisa dalla gestione della fatica e della tensione nervosa", conclude l'azzurro di Fiamme Oro e Leosport che ha conquistato le prime medaglie individuali nell'autunno scorso, in vasca corta tra europei di Kazan (argento nei 200 misti e bronzo nei 50 farfalla) e mondiali di Abu Dhabi (bronzo nei 100 misti) dopo l'argento con la 4x100 stile libero e il bronzo con la mista alle Olimpiadi dove è stato anche quarto nei 100 dorso. Sale sul gradino più alto del podio il primatista mondiale, Hunter Armstrong in 24"14; al secondo posto il sorprendente polacco 24"49.) -

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli