Mondo Rai/Appuntamenti e novità

·5 minuto per la lettura

(Adnkronos) - Per il ciclo "Donne Straordinarie" Rai 1 propone, domani alle 21.25, il film dal titolo 'The Help', tratto dall'omonimo romanzo, diretto da Tate Taylor con Emmas Stone, Viola Davis Octavia Spencer, Bryce Dallas Howard e Jessica Chastain. La storia è ambientata nel Mississippi dei primi anni Sessanta: Skeeter, una giovane appena laureata, lavora presso un giornale locale per rispondere alla posta delle casalinghe. In una società permeata di razzismo, decide di raccontare la vita dei bianchi osservata dal punto di vista delle domestiche nere…

Andreea chattava con qualcuno la sera della scomparsa? Con chi? A “Chi l'ha visto?” domani alle 21.20 su Rai 3, nuove interviste ai personaggi che ruotano attorno al caso sempre più misterioso della giovane campionessa di tiro a segno. E ancora, come mai tante ragazze e tanti ragazzi si allontanano dalle comunità per scomparire? Inoltre il mistero dell'appuntato della Guardia di Finanza Piero Conversano: le indagini ricominciano da capo. Come sempre gli appelli, le richieste di aiuto e le segnalazioni di persone in difficoltà.

Mozart bambino tra Milano, Padova e Bologna: dai primi esperimenti compositivi fino all’Exsultate jubilate. Un racconto fatto di note in “Migrazioni. Viaggi musicali in Italia”, che Rai Cultura propone domani alle 21.15 su Rai 5. Nel programma, Alessandro Solbiati presenta una sua ricostruzione di una perduta Sinfonia concertante, mentre il soprano Giulia Bolcato interpreta l’Exsultate jubilate. Il programma è condotto da Sandro Cappelletto con l’Orchestra di Padova e del Veneto, diretta da Alessandro Cadario.

Tornare nella Roma anni Ottanta e finire nel bel mezzo dei traffici della banda criminale più nota degli ultimi cinquant'anni. Domani è all’insegna della commedia su Rai Movie (canale 24 del digitale terrestre) che alle 21.10 propone “Non ci resta che il crimine”. Il film diretto da Massimiliano Bruno ha per protagonisti un gruppo di amici composto da Alessandro Gassman, Marco Giallini e Gianmarco Tognazzi affiancati da Ilenia Pastorelli e Edoardo Leo, nei panni di un boss della Banda della Magliana. Roma 2018. Moreno, Sebastiano e Giuseppe si conoscono da quando sono piccoli. Giuseppe è un commercialista precario mentre gli altri due sono sfaccendati che sbarcano il lunario offrendosi come guide turistiche abusive nei luoghi simbolo un tempo frequentati dalla Banda della Magliana. A causa di un ponte spazio-temporale (di Einstein-Rosen) i tre amici vengono catapultati nel 1982, l’anno dei Mondiali di calcio in Spagna e di quando Roma era dominata dalla celebre organizzazione criminale. A seguire “MovieMag”, torna con una nuova puntata il magazine di informazione cinematografica di Rai Movie condotto da Alberto Farina.

“Una pezza di Lundini” torna con una nuova puntata domani in seconda serata, alle 23.00 su Rai2. Questa settimana sarà ospite la cantante Noemi e ci sarà un collegamento con la “Casa dei Maschi”. Il programma è condotto da Valerio Lundini con Emanuela Fanelli. In studio la band dei Vazzanikki. Anche quest’anno le puntate saranno una diversa dall’altra (tranne un paio che probabilmente si somiglieranno). Ma ogni puntata, come nel biennio precedente, sarà diversamente bella. “Una pezza di Lundini”, prodotto da Rai2 con la collaborazione di Stand By me, è un programma di Giovanni Benincasa e di Valerio Lundini.

Prendendo spunto dalle opere della Galleria Borghese, Daniele Gatti dirige l'Orchestra del Teatro dell'Opera di Roma in un iter musicale attraverso Händel, Vivaldi, Paisiello, Mozart e Stravinskij. E’ “Il suono della bellezza”, in onda domani alle 22.00. su Rai 5. Protagonisti anche il soprano Rosa Feola soprano, il basso Roberto Lorenzi, l’étoile Eleonora Abbagnato e il solista Giuseppe Schiavone. La regia è di Marco Odetto.

Per rendere omaggio a Catherine Spaak, figura iconica degli anni Sessanta appena scomparsa, Rai Cultura propone un doppio appuntamento, in onda domani dalle 18 su Rai Storia. Si comincia con la puntata di “Ieri e oggi” del 17 giugno 1973, nella quale la Spaak - ospite con Johnny Dorelli, suo marito dal 1972 al ’78 - si rivede in una partecipazione Tv del 1963 con la canzone "Quelli della mia età", in una del 1966 con “Vent’anni o poco più” e nella versione Tv del 1968 de “La vedova allegra”, per la regia di Antonello Falqui, dove conobbe Dorelli e con il quale duetta in “Una serata insieme a te”. A seguire, la puntata “Io sono curiosa” del ciclo “Videosera”, trasmessa il 6 luglio 1978, dove Catherine Spaak dà prova di sé come giornalista - attività che segnerà la seconda parte della sua vita – intervistando sulla vita privata e professionale il tenore Mario Del Monaco e lo scrittore Alberto Bevilacqua e raccogliendo le confidenze delle attrici Stefania Sandrelli e Mariangela Melato, quasi un anticipo del celebre “Harem” il talk show che condusse con successo dal 1988 al 2002.

Tosse, quando si tratta di una semplice infiammazione della laringe e quando è invece necessaria la visita dallo specialista? Lo spiega Sergio Harari, professore di medicina interna presso l’Università Statale di Milano nella puntata di domani di "Elisir" in onda alle 10.30 su Rai 3 e condotta da Michele Mirabella e Benedetta Rinaldi. Nella parte dedicata all’alimentazione confronto fra le merende di oggi e quelle del passato: quali sono più salutari? Risponde Elisabetta Bernardi, docente di nutrizione presso l’Università di Bari. Nel “Mi dica dottore” si parla della bicicletta e di come usarla nel modo corretto per mantenersi in salute. In studio Antonio Spataro, responsabile medico della squadra olimpica italiana. Nello spazio “Essere e Benessere” approfondimento sulle piante da tenere in casa, quali benefici possono apportare? Risponde Lorenzo Guglielminetti, del dipartimento di scienze agrarie dell’Università di Pisa.

Un ritratto in bianco e nero, un racconto in prima persona del suo lavoro e della sua passione per la fotografia: è “Ritratti, protagonisti della cultura a Milano. Fotografia. Ugo Mulas 1989”, realizzato dalla moglie Antonia Mulas e tratto dalle Teche Rai, in onda domani alle 19.15 su Rai 5. Si va dagli esordi di Mulas al Caffè Jamaica di Milano, ritrovo di artisti e intellettuali, al suo rapporto con il mondo dell’arte, dall’amicizia con alcuni tra i più grandi artisti del secondo ‘900 alla sua esperienza in America negli anni 60 quando esplode la Pop Art, fino alle ricerche che hanno portato Mulas ad abbandonare i reportages sull’arte e a riflettere sulle potenzialità del mezzo fotografico stesso. Attraverso ricordi e testimonianze di artisti come Robert Rauschenberg, Roy Lichtenstein e del gallerista Leo Castelli emerge quanto Mulas sia stato un vero pioniere nella fotografia d’arte.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli