Mondo Rai/appuntamenti e novità

·7 minuto per la lettura

Domani alle 14.00 su Rai 1, “Linea blu” andrà alla scoperta del nord della Sardegna. Donatella Bianchi racconterà la meraviglia dell’Arcipelago de La Maddalena, un’area che si estende per oltre 20 mila ettari tra terra e mare, abbraccia 180 chilometri di costa e comprende oltre 60 isole. Sarà un viaggio tra la storia, la bellezza, le opportunità e anche i rischi che corre uno dei paesaggi più suggestivi al mondo, a causa dell’impatto antropico registrato nei mesi estivi, che grava notevolmente sulle spiagge e sull’habitat marino. Ed è proprio per tutelarlo che nel 1994 è nato il Parco Nazionale dell’Arcipelago della Maddalena.Spazio poi al racconto della fondazione di Santa Teresa di Gallura e alla spiaggia di Porto Pollo, da dove Fabio Gallo narrerà la prima sperimentazione internazionale di “Terapia del vento” attraverso il kite surf. Il racconto della Gallura continuerà poi spostandosi a occidente e raggiungendo l’Area Marina Protetta di Capo Testa — Punta Falcone: qui l’uomo ha deciso di salvaguardare non solo il tratto di mare, ma anche l’entroterra che in un susseguirsi di graniti presenta un patrimonio naturalistico prezioso. Proseguendo il cammino, infine, Donatella Bianchi porterà gli spettatori alla scoperta di Aglientu, il comune “montano” sardo che detiene e gestisce 32 chilometri di costa, dove il vento ha dato vita ad un sistema di dune unico.

Secondo e ultimo appuntamento, domani alle 21.20 su Rai3, con “Ricomincio da Raitre”, il programma condotto da Stefano Massini e Andrea Delogu dal Teatro Sistina di Roma e voluto da Rai3 per rispondere alla difficile situazione attraversata dallo spettacolo dal vivo in Italia a causa della pandemia. Tra gli ospiti della seconda puntata ci saranno gli attori Sergio Castellitto, con uno stralcio del suo spettacolo “Zorro”; Donatella Finocchiaro, con brani dallo spettacolo su Goliarda Sapienza; Maria Amelia Monti, con un monologo su Natalia Ginzburg. E ancora Filippo Timi e Lucia Mascino, Lino Guanciale, Ugo Pagliai e Paola Gassman, nel ruolo di un Romeo e Giulietta totalmente inedito, firmato da Babilonia Teatri, Leone d’Argento per l’innovazione teatrale. Immancabile il musical, con uno dei titoli più amati della tradizione del Sistina: “Rugantino” di Garinei & Giovannini, con Serena Autieri e Michele La Ginestra e il cabaret, con la comicità di Raul Cremona e Paolo Hendel. Presente anche la danza, con i contributi del coreografo Roberto Zappalà e di 10 danzatori della sua compagnia di Catania e dell’étoile Luciana Savignano che si esibirà con il danzatore Matteo Bittante in un passo a due tratto dal balletto “Le Sacre” di Susanna Beltrami. Spazio anche al teatro di ricerca con Sandro Lombardi, che proporrà stralci dello spettacolo “Antichi Maestri” di Thomas Bernhard, la compagnia Berardi Casolari, in un brano tratto dal loro lavoro “Amleto take away” e il regista Armando Punzo, con la sua trentennale esperienza insieme ai detenuti del carcere di Volterra. Infine, gli interventi di Dacia Maraini e Mario Martone, due figure eclettiche, tra scrittura e cinema, profondamente legate al teatro. Il programma è ideato da Stefano Massini, Massimo Romeo Piparo, con Felice Cappa.

Luigi Barzini è il testimone privilegiato degli eventi cruciali che segnano la prima metà del XX secolo. Nei primi anni del Novecento s’impone come star del giornalismo internazionale con i suoi avventurosi reportage dall’estremo oriente, dalla guerra di Libia e dalla Francia del primo conflitto mondiale. L’avventura del giornalista Luigi Barzini sarà raccontata dal professor Mauro Canali e da Paolo Mieli domani alle 20.30 su Rai Storia. Con il suo stile asciutto ed essenziale, lancia un nuovo tipo di giornalismo, che diventa di moda. Durante il ventennio fascista, mentre il figlio Luigi junior ne segue le orme e diventa a sua volta inviato del “Corriere della sera”, Barzini padre collabora con Il Popolo d’Italia, la testata del regime, e dopo l’8 settembre segue il governo repubblichino a Salò. Una scelta che pagherà a caro prezzo negli anni successivi alla guerra.

Le autostrade italiane hanno i pedaggi fra i più cari d’Europa, eppure ogni giorno molti automobilisti e autotrasportatori devono fare i conti con asfalto rovinato, mancanza di cordoli, piloni usurati, gallerie fatiscenti. Come vengono utilizzati i soldi dei pedaggi, se mancano la manutenzione e i controlli, come la tragica vicenda del crollo del Ponte Morandi ha tristemente mostrato? Nella puntata di “Mi manda RaiTre”, in onda sabato 18 settembre, alle 9 su Rai3, Federico Ruffo compie un viaggio lungo le autostrade italiane, iniziando dalla Sicilia. Per i consumatori è in arrivo una stangata d’autunno, l’aumento delle bollette, fino ad un +30% per il gas e +40% per l’elettricità: con un esperto in studio i consigli per risparmiare e scegliere bene i gestori per le proprie utenze. In trasmissione anche la storia di una donna investita da un monopattino, mezzo di trasporto sempre più diffuso e utilizzato nelle nostre città. Mancano, però, regole precise sulle responsabilità: in caso di incidente chi risarcisce? Tra gli ospiti di Federico Ruffo ci saranno: Alessandro Morelli, Viceministro alle infrastrutture e alla mobilità sostenibili; Salvatore Minaldi, Direttore Generale CAS- Consorzio autostrade siciliane; Giordano Biserni, Presidente ASAPS- Associazione sostenitori e amici Polizia stradale; Antonio Fraschilla, L’Espresso; Maurizio Caprino, Il sole 24 Ore.

A partire domani alle 23.20, in prima visione assoluta su Rai Premium (canale 25 del digitale terrestre), andrà in onda la prima puntata di “The Art of…”, una serie di sei documentari per esplorare l’arte, “quella che è ovunque”. La serie attraverserà il mondo delle mille e più declinazioni dell’arte, presentando in ogni episodio nuove intuizioni artistiche ed esplorando le motivazioni che spingono a perseguire un processo creativo fuori dalla norma. La lente d'ingrandimento sarà puntata sulla creatività di chef, stilisti, ballerini, disegnatori, illusionisti e fotografi, e ogni puntata farà conoscere la passione che mantiene questi artisti motivati e ispirati. Il primo appuntamento sarà "The art of… Sushi", con protagonista Andy Matsuda, un sushi chef originario di Osaka, che parlerà della sua scuola di sushi chef. E poi Nikki Gilbert insegnerà a preparare il sushi a casa e svelerà qualche segreto di un particolare ristorante a gestione familiare in cui viene preparato il sushi kosher.

Commedia scritta e diretta da Eleanor Coppola, il film “Parigi può attendere” è proposto domani alle 21.10 su Rai Movie (canale 24). Nel cast Diane Lane, che interpreta la protagonista Anne, Arnaud Viard che veste i panni di Jacques e Alec Baldwin che interpreta Michael. Sposata da anni con un impegnatissimo produttore cinematografico, Anne accetta un passaggio da Jacques, socio in affari del marito, per raggiungere Parigi partendo da Cannes. In sua compagnia, la donna riscoprirà se stessa e la gioia di vivere.

Sarà una puntata speciale, interamente dedicata alla 22° edizione di “Pordenonelegge” quella di “Prima Fila”, domani alle 12.30. Il settimanale culturale di Radio1, con Anna Longo e Bruno Ruffolo, racconterà in diretta da Pordenone, la manifestazione letteraria: cinque giorni di appuntamenti, con oltre 400 autori italiani e internazionali. Ospiti di “Prima Fila” saranno Melania Mazzucco, alla quale verrà assegnato il Premio Letterario Friuli Venezia Giulia con il nuovo racconto “Fuoco infinito”, e Federico Rampini, di cui è appena uscito “Fermare Pechino. Capire la Cina per salvare l’Occidente”. All’interno della trasmissione, anche l’intervista a Nadia Wassef, che descriverà la sua straordinaria storia di successo al femminile nel libro “La libraia del Cairo”.

Un viaggio alla scoperta dell'Antartide, continente remoto di ghiacci perenni, venti poderosi e correnti oceaniche dove la vita si è adattata a condizioni estreme in maniera singolare. L’Antartide è il continente più freddo e remoto del nostro pianeta. Solo le specie più resilienti prosperano in questo deserto di ghiaccio. Lo racconta l’episodio della serie “Wildest Antarctic”, in onda domani alle 14.50 su Rai5. Qui è presente un ecosistema vario e affascinante, luogo di nidificazione per molte specie che tornano fedelmente negli stessi luoghi, anno dopo anno, per accoppiarsi, crescere i piccoli e nutrirsi.

Da una parte la squadra campione d'Europa in carica, dall'altra la giovane nazionale azzurra, che dopo la delusione olimpica aveva voglia di riscatto e, con la nuova guida - Ferdinando "Fefè" De Giorgi - in panchina, è tornata tra le prime quattro del Vecchio Continente dopo sei anni. Italia-Serbia non è solo una partita: è un romanzo, tra due scuole pallavolistiche diverse, di grandissime tradizioni, con un passato glorioso e un futuro ancora tutto da scrivere. E la prima pagina sarà proprio la semifinale europea in programma a Katowice, domani, alle 21.00, e in diretta su Rai2, con la telecronaca di Maurizio Colantoni e Andrea Lucchetta e il commento in studio di Simona Rolandi e Fabio Vullo.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli