Mondo Rai / Appuntamenti e novità

webinfo@adnkronos.com (Web Info)
·8 minuto per la lettura

Si conclude l’appuntamento con “Affari Tuoi (Viva gli Sposi!)”, il varietà condotto da Carlo Conti e prodotto in collaborazione con Endemol Shine Italy, in onda domani alle 20.35 su Rai1. Protagonista dagli studi televisivi “Fabrizio Frizzi” di Roma sarà una coppia che, prossima al matrimonio, avrà l’obiettivo di aggiudicarsi il pacco contenente il montepremi più alto: 300mila euro. A oggi nessuno c’è riuscito, ma le coppie che hanno preso parte alle puntate precedenti sono riuscite a “regalarsi’ cifre piuttosto consistenti. Un ruolo importante all’interno dello show, con la loro simpatia e ironia, lo avranno i 10 testimoni ospiti: questa sera in veste di dame ci saranno Pamela Camassa, Claudia Gerini e Marisa Laurito; in veste di cavalieri, invece, vedremo Gigi Buffon (Ubaldo Pantani), Maurizio Casagrande, Massimo Ceccherini, Gabriele Cirilli, Mago Forest, Nino Frassica e Francesco Pannofino. A loro il compito non solo di aprire (su indicazione dei fidanzati) i 20 pacchi contenenti i vari premi, ma anche di sciogliere il ghiaccio nei momenti clou del varietà. Occhio come sempre alle trame del dottore, che con le sue proposte telefoniche insinuerà dubbi su dubbi ai promessi sposi con varie offerte, a volte diaboliche, a volte, perché no, interessanti. Sarà più magnanimo o più arcigno in questa puntata finale? Altro momento molto atteso è quello legato al pacco “Feeling”; si tratta di una serie di domande sulla storia personale dei fidanzati, i loro gusti e le loro abitudini: se i due promessi risponderanno nello stesso modo ai quesiti posti, mostrandosi davvero affiatati, avranno la possibilità di aggiudicarsi fino a 10.000 euro, che si aggiungeranno alla eventuale vincita finale. Il gioco si concluderà quando la Coppia scoprirà il premio contenuto nel suo pacco. In quel momento si comprenderà quanto l'intuito e la fortuna avranno aiutato i promessi sposi a concretizzare il loro sogno nel modo migliore.

Domani alle 15.35 andrà in onda su Rai2 la sesta puntata di “Magazzini Musicali”, il programma che racconta l'attualità musicale nell’integrazione tra il linguaggio televisivo e l’universo digitale, condotto da Melissa Greta Marchetto e Gino Castaldo. In questa puntata saranno ospiti in studio Manuel Agnelli e Rodrigo D’Erasmo, Vinicio Capossela e Rancore con Margherita Vicario che, oltre ad esibirsi dal vivo, parteciperanno al talk di approfondimento che caratterizza il programma. Nel corso della trasmissione lo svelarsi delle classifiche settimanali FIMI-Gfk viene intervallato e scandito da esibizioni live, approfondimenti sui temi dell’attualità musicale e da una serie di rubriche tematiche che aprono una narrazione più ampia del mondo della musica nelle sue connessioni con i linguaggi e le tendenze della società attuale. Magazzini Musicali è in programmazione su Rai 2 il sabato pomeriggio alle 15.35 e in replica il martedì in seconda serata, su Rai Radio 2 alle 18.00 della domenica, su Rai 4 il sabato mattina e visibile anche su Rai Play. Prodotto da iCompany, Magazzini Musicali è realizzato da Rai Pubblicità che ha costruito il progetto di brand integration crossmediale insieme a Windtre, in qualità di main sponsor del programma.

La proposta di Rai3 per la serata di domani alle 21.45 è il film di Gabriele Muccino “L’ultimo bacio” con Stefano Accorsi, Giovanna Mezzogiorno, Stefania Sandrelli, Pierfrancesco Favino, in occasione dei 20 anni dall'uscita del film. Otto personaggi intrecciano le proprie vite in un ritmato rincorrersi di passioni: Francesca, 18 anni, si innamora di Carlo che - come i suoi amici Adriano, Paolo, Alberto e Marco - ha trent'anni e sta per sposarsi con Giulia. Anna, la mamma di quest'ultima, con ventinove anni di matrimonio alle spalle, ha paura di invecchiare e di doversi rassegnare al fatto che la sua giovinezza è finita per sempre...

‘Un cielo stellato sopra il ghetto di Roma’, è il film di Giulio Base, con Bianca Panconi, Emma Matilda Liò, Daniele Rampello e Irene Vetere, presentato all’ultima edizione della Festa del Cinema di Roma, e in onda in prima tv domani su Rai1 alle 22.50. Segreti, un passato celato, nuove identità e una misteriosa lettera. La storia della Shoah, una delle insanabili cicatrici della storia dell’umanità, raccontata in modo inedito, attraverso l’avventura e la ricerca della verità da parte di un gruppo di ragazzi.

Un programma dedicato alla musica moderna e contemporanea con una proposta di brani eseguiti dall’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai nei suoi concerti, dal 1994 a oggi. È la serie di Rai Cultura “Rumori del ‘900”, con la regia di Elisabetta Foti, che nell’appuntamento in onda domani alle 23.00 su Rai5, propone Salvatore Sciarrino, Il suono e il tacere per grande orchestra, direttore Kazushi Ono; Richard Strauss, Metamorphosen, studio per 23 archi solisti, direttore Jeffrey Tate; Fausto Romitelli, Dead City Radio, audiodrome per orchestra, direttore Rafael Frühbeck De Burgos.

Nel 2007 Banksy è entrato in Palestina per dipingere sui muri della barriera di separazione israeliana. Il pezzo di muro su cui era stato disegnato il graffito più controverso fu letteralmente ritagliato e venduto online, generando un grandissimo interesse tra i collezionisti più facoltosi. Quello che ne seguì è una storia incredibile di arte, furti, mercato nero e scontro tra culture diverse, su cui svettano le complesse implicazioni politiche e socio-economiche del lavoro di Banksy. Una storia che Marco Proserpio racconta in “L'uomo che rubò Banksy”, in onda domani alle 22.55 su Rai Storia, per il ciclo “Documentari d’autore”.

Una riflessione sull’identità, la famiglia, l’amicizia e l’amore. È il film vincitore di tre premi Oscar “Moonlight. Tre storie di una vita”, in onda domani alle 21.10 su Rai Movie (canale 24 del digitale terrestre). Il film di Barry Jenkins, con Alex R. Hibbert, Ashton Sanders, Trevante Rhodes, Mahershala Ali, Naomie Harris è basato sull'opera teatrale "In Moonlight Black Boys Look Blue" di Tarell Alvin McCraney. La pellicola racconta la storia che attraversa l’infanzia, l’adolescenza e l’età adulta di Chiron, un ragazzo di colore cresciuto nei sobborghi difficili di Miami, che cerca faticosamente di trovare il suo posto del mondo. Bambino fragile e insicuro, Chiron diventa un teenager alle prese con la sua identità sessuale, costantemente preso di mira dai suoi coetanei, e poi finalmente adulto. I tre premi Oscar ottenuti nel 2017 sono per il miglior attore non protagonista, per la migliore sceneggiatura non originale e per il miglior film.

Il cartellone teatrale di Rai Cultura che anche a febbraio ospita spettacoli inediti e nuove produzioni di febbraio si apre con l’allestimento di un grande classico: Ugo Pagliai e Paola Gassman sono i protagonisti di “Romeo e Giulietta” di William Shakespeare, riscritto dalla compagnia “Babilonia Teatri” - e prodotto da Teatro Stabile di Bolzano, Teatro Stabile del Veneto ed Estate Teatrale Veronese - in onda domani alle 21.15 su Rai5, con la regia tv di Alessandra De Sanctis. Lo sguardo profondo e irriverente che caratterizza la compagnia veronese, ha inquadrato il grande classico di Shakespeare con un radicale ribaltamento di prospettiva rendendo protagonista assoluta dello spettacolo una coppia inossidabile come quella formata da Pagliai e Gassman, affiancati da Enrico Castellani, Valeria Raimondi e Francesco Scimemi. La nuova versione di “Romeo e Giulietta” si concentra completamente sui protagonisti della vicenda, mettendo da parte tutto il contorno: la guerra tra le rispettive famiglie, gli amici di Romeo, i genitori di Giulietta e il frate. E lo spettacolo ci interroga su quanto questa storia sia anche nostra, su quanto sia quella degli attori che la interpretano, su quanto a lungo possa ancora sopravvivere a se stessa dopo averci accompagnati.

Il viaggio de “Il Provinciale” attraversa la Basilicata, o, come veniva chiamata fino a non molti anni fa, la Lucania. Domani alle 17.15 su Rai2, Federico Quaranta cercherà di scoprire cosa è rimasto della “civiltà contadina”, seguendo le tracce di Carlo Levi, che, negli anni Trenta del secolo scorso, durante la sua esperienza di confinato politico, oltre a scrivere un libro fondamentale, “Cristo si è fermato a Eboli”, ha puntato i riflettori su una storia che nessuno voleva vedere. Così, dal Parco delle Murge dove un tempo, all’interno di grotte naturali, vivevano insieme uomini e bestiame, si raggiungerà una delle zone naturalisticamente più affascinanti della regione, quella dei calanchi di Montalbano Jonico, terra di pastori transumanti. Da lì, poco distante, si andrà a visitare anche il paese di Craco che, sfollato negli anni Settanta a causa del rischio frane, da paese vitale e fiorente è divenuto un borgo fantasma, spesso usato come set cinematografico: da “The Passion” di Mel Gibson alla versione filmica del libro di Levi diretta da Francesco Rosi e interpretata da Gian Maria Volontè. E, restando ancora nella provincia di Matera, si raggiungerà il paese in cui visse per un anno l’importante scrittore: Aliano. Il viaggio proseguirà verso la provincia di Potenza, attraversando i due principali paesi delle Dolomiti Lucane, Pietrapertosa e Castelmezzano, ricchi di storie contadine. A Castelmezzano, in particolare, c’è una storia recente che riguarda gli anziani del paese. La scuola rischiava di chiudere per assenza di ragazzi che la frequentassero. Per salvarla, gli anziani, che da bambini furono costretti ad abbandonare gli studi per lavorare la terra, sono tornati sui banchi di scuola. Incontrando pastori che racconteranno come portano avanti una tradizione secolare e dimostreranno anche quanto sia radicata nelle loro radici l’ospitalità, “Il Provinciale” mostrerà la nobile dignità di questa civiltà contadina che, pur non finendo sui libri di Storia, ha reso grande e davvero umana la nostra Nazione.