Mondo Rai/Appuntamenti e novità

(Adnkronos) - La misteriosa scomparsa di Marzia: dopo l’appello di papà Ciro si è fatto avanti un testimone e ha raccontato dei maltrattamenti che la giovane di 29 anni ha subito in questi anni. A “Chi l’ha visto?” – in onda domani alle 21.20 su Rai 3 – Federica Sciarelli ospita i genitori e la sorella di Marzia. Obiettivo, poi, sulla morte di Annunziata: incontra un uomo in un sito di incontri, lo fa andare a casa sua, poi la tragedia. Secondo la procura sarebbe stata maltrattata fino alla morte. Ci sono altre donne che hanno incontrato lo stesso uomo? E ancora, la storia di Jois, il diciannovenne trovato senza vita nelle acque del mare di Vasto. La famiglia non crede al suicidio. Qualcuno ha visto cosa è successo allo studente di economia? Come sempre, infine, gli appelli, le richieste di aiuto e le segnalazioni di persone in difficoltà. La regia è di Fabrizio Cofrancesco.

Eletto il 21 giugno 1963 e beatificato il 19 ottobre 2014, Paolo VI è il primo Papa moderno e “appassionato" dell’umanità. In occasione del 125° anniversario della sua nascita, Rai Storia propone il doc di Antonia Pillosio a lui dedicato, in onda domani alle 21.10 su Rai Storia, per il ciclo “Italiani” . Da Arcivescovo di Milano è stato sempre molto vicino al mondo del lavoro, andando nelle fabbriche e stando vicino a quelli che lottavano per la tutela del posto del lavoro. Ma nella storia della Chiesa Paolo VI rimarrà come il Papa del Concilio Vaticano II perché se Giovanni XXIII è stato il pontefice che lo ha iniziato, Papa Montini è stato quello che lo ha guidato e portato a termine, modificando tanti aspetti della vita della Chiesa. Paolo VI, da una parte è stato uomo del dialogo, maestro di pace e promotore di quello sviluppo per i Paesi poveri (per il quale volle un concreto impegno da parte della Chiesa) e dall’altra è stato maestro e guida riconosciuta della classe dirigente democristiana che governerà l’Italia dalla metà degli anni Cinquanta. Indimenticabili, poi, i suoi appelli per la liberazione di Aldo Moro con la lettera agli “uomini delle Brigate Rosse”, scritta di notte, superando le diffidenze della Segreteria di Stato. Rispettoso e riservato, ma non certo distaccato e lontano, è stato il Papa più attento alla complessità della vita moderna. Famose queste sue parole: “Se il mondo si sente straniero al cristianesimo, il cristianesimo non si sente straniero al mondo”. Grazie a testimoni come il vaticanista Andrea Tornielli de La Stampa, il direttore emerito de L’Osservatore Romano Giovanni Maria Vian e i Cardinali Roberto Tucci, Paul Poupard e Gianfranco Ravasi “Italiani” rivive i momenti cruciali della sua vita e del suo pontificato. Al documentario ha collaborato il Centro studi dell’Istituto Paolo VI mettendo a disposizione diverso materiale dei propri archivi.

Uno dei più grandi pittori e scultori italiani contemporanei spiega il rapporto con la sua opera: è Michelangelo Pistoletto il protagonista di “Essere Maxxi” - la serie dedicata ai grandi della creatività e del made in Italy, nata dall’alleanza tra Fremantle e Maxxi, in collaborazione con Rai Cultura – in onda domani alle 21.15 in prima visione su Rai 5. Dagli inizi di Pistoletto in pubblicità ai rapporti con la pop art americana all’invenzione dell’arte povera: un viaggio che attraversa la fine di un millennio e l’inizio di quello nuovo con i cambiamenti sociali e artistici che solo un artista del suo calibro può raccontare. Accanto al percorso artistico, la puntata – girata negli spazi del Maxxi. Museo Nazionale delle arti del XXI secolo - dà spazio alla dimensione umana del protagonista, che narra aneddoti inediti, frammenti di memoria, episodi e ricordi personali riguardanti gli esordi, la famiglia, gli incontri, lo studio, il lavoro, il successo.

Sarà Salvo Sottile ad aprire la puntata di “Oggi è un altro giorno” ospite di Serena Bortone, alle 14 su Rai 1 domani. A seguire, Eleonora Vallone rievocherà la straordinaria carriera di suo padre Raf attraverso racconti e filmati d’epoca. E poi un ricordo di Papa Luciani a 44 anni dalla morte, ospite il Direttore di Rai Parlamento Antonio Preziosi e la testimonianza di Pia, sorella del Pontefice tra i più amati di sempre. Nella seconda parte del programma, il consueto approfondimento dedicato alla politica, con tutti gli aggiornamenti e le notizie di giornata: ospiti, tra gli altri, i giornalisti Alessandro Giuli e Daniela Preziosi.

Cataratta, quando è veramente necessaria l’operazione? A "Elisir", in onda domani alle 10.30 su Rai 3, Michele Mirabella e Benedetta Rinaldi ne parleranno con Paolo Nucci, direttore della clinica di oculistica dell’Ospedale San Giuseppe di Milano. Nello spazio successivo, focus sulla dieta da adottare in caso di fegato grasso: quali alimenti dovremmo evitare? Risponde alle domande Sabrina Donati Zeppa, docente di nutrizione umana presso l’Università di Urbino Carlo Bo. Nel “Mi dica dottore” importanti indicazioni sull’uso degli antinfiammatori. Ospite Giorgio Sesti, ordinario di Medicina interna presso l’Università La Sapienza di Roma. Infine, si parla di acqua: quali sono le fake news da sfatare? Risponde Luca Lucentini, direttore del reparto di qualità dell'acqua e salute presso l’Istituto Superiore di Sanità.

Nel 1943 l'esercito tedesco, con l'inganno, svuota alcuni depositi segreti nella campagna toscana portando via circa 50 casse: contengono alcune delle opere più preziose del nostro patrimonio, che i funzionari delle Gallerie degli Uffizi di Firenze avevano nascosto per evitare i danni dei bombardamenti. Una storia ricostruita da “Fiori su tela” di Emanuela Avallone e Silvia De Felice, con la regia di Monica Madrisan, in onda domani alle 21.45 su Rai 5. Nel 1945 l'esercito alleato recupera le opere in Val Passiria e le riporta a Firenze. Tutte tranne nove opere, di cui si perdono le tracce. Tra questi il “Vaso di fiori” di Jan Van Huysum, un dipinto di eccezionale valore storico ed artistico. Il documentario ricostruisce le indagini complesse, il delicato dialogo di diplomazia internazionale, momenti di stallo e colpi di scena. Ne parlano il direttore delle Gallerie degli Uffizi Eike Schmidt, il Tenente Colonnello Lanfranco Disibio, che ha guidato gli ultimi anni dell'indagine come comandante del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Firenze; l'Ambasciatore d'Italia a Berlino Luigi Mattiolo; la curatrice del Museo Passiria Judith Schwarz; e la storica Isabella Insolvibile.

Cuba ha votato 'sì' per il nuovo Codice di famiglia, un documento di 104 pagine che va a sostituire una legge del 1975. Ora sull’isola sarà legale il matrimonio tra persone dello stesso sesso, l'adozione di bambini da parte di coppie omosessuali e la maternità surrogata. L'Isola è diventata così l'undicesimo Paese delle Americhe a consentire il matrimonio tra persone dello stesso sesso, dopo che il 67% ha votato a favore nel referendum di domenica. Si tratta di un diritto già riconosciuto in Argentina, Brasile, Canada, Cile, Colombia, Costa Rica, Ecuador, Stati Uniti, Porto Rico e Uruguay. Domani a Radio3 Mondo in onda alle 11 su Rai Radio 3, Laura Silvia Battaglia ne parlerà con Carla Vitantonio, scrittrice e cooperante, da anni residente a L’Avana. Il Brasile intanto è alle prese con l’ultima settimana di campagna elettorale in vista del primo turno delle presidenziali di domenica 2 ottobre: l’ex presidente Lula è dato vincente nei sondaggi. Una campagna contrassegnata da diffusione di notizie false, un ruolo ancora poco chiaro dei militari e da violenza: un uomo di 39 anni è stato pugnalato a morte in un bar nel nord-est del Brasile da un altro che era entrato nel locale in cerca di elettori per Luiz Inacio Lula da Silva. In vista delle elezioni di domenica, questo è il terzo caso di uccisione di elettori di Lula da parte di sostenitori di Bolsonaro. Se ne parlerà con Luigi Spera, giornalista freelance collaboratore dal Brasile per agenzia Nova e altre testate e autore di “Crimine e Favelas” (ed. Eiffel, 2016).

La politica in primo piano per la puntata di Tg2 Italia in onda domani alle 10 su Rai 2. Dopo il voto di domenica e i nuovi equilibri parlamentari, chi farà parte del prossimo governo e quali saranno gli impegni, le urgenze, gli ostacoli? Cosa si ripromette l’opposizione: sarà dura e oltranzista, o attenta ma collaborativa di fronte alle scelte anche difficili che dovranno esser prese? Marzia Roncacci ne parla con onorevoli Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia e Francesco Silvestri del Movimento 5 Stelle.

La Pop Art è stato uno spartiacque del Novecento che ha influenzato artisti destinati poi a strade molto diverse. Come David Hockney, il cui lavoro inizialmente aveva una certa somiglianza con quello di Francis Bacon, ma che fu presto ascritto alla scena Pop Art quando cominciò la sua serie Swimming Pool, dipingendo ritratti e scenografie e lavorando con fotografia, paesaggi, sperimentazioni. Il documentario “David Hockney. L'eternità ritrovata” di Michael Trabitzsch prodotto con Arte France, in onda domani alle 19.25 su Rai 5, ripercorre l’opera e la lunga vita dell’artista. Oggi David Hockney è il re del mercato dell'arte. Il suo Portrait of an Artist (Pool with Two Figures) è stato venduto all'asta nel 2018 diventando l'opera più pagata di sempre di un artista vivente. "Disegno il mondo, disegno me stesso" ha detto Hockney e fin dall'inizio è stato coinvolto in un dialogo continuo con la sua epoca. In tal modo, ha utilizzato ogni formato e mezzo artistico a sua disposizione: pittura, disegno, installazione, scenografia, fotografia, collage e telefono cellulare. Hockney, cresciuto in Inghilterra, fuggito dai vincoli delle piccole città per vivere in California, ha lavorato a Parigi, Londra e New York, per poi tornare in Inghilterra. Il documentario si concentra su quei luoghi della sua vita che hanno fortemente influenzato il suo lavoro, utilizzando una notevole quantità di filmati d'archivio per evidenziare le varie fasi della sua opera in relazione ai luoghi in cui ha vissuto e lavorato.