Mondo Rai/Appuntamenti e novità

(Adnkronos) - A causa di una malattia che le impedisce di uscire di casa, Maddy è diventata maggiorenne senza aver potuto vivere le esperienze di un'adolescente. Vive in casa con la madre e un'infermiera, rassegnata a trascorrere un'esistenza priva di legami affettivi e di emozioni. Ma quando conosce Olly, il figlio dei nuovi vicini di casa, intravede la possibilità di una nuova vita. E' 'Noi siamo tutto', in onda domani su Rai1 alle 21,5.

Cambio di programmazione per "Una pezza di Lundini". Domani alle 23 su Rai2, il programma condotto da Valerio Lundini con Emanuela Fanelli andrà in onda con una puntata con ospite Richard Benson, scomparso ieri dopo una lunga malattia. La puntata è stata registrata solo poche settimane fa. In studio la band dei Vazzanikki.

Che percorso ha fatto Andreea, la giovane campionessa di tiro a segno, dopo la festa con gli amici? “Chi l'ha visto?” Domani 11 maggio in prima serata, alle 21.20, su Rai 3, cercherà di ricostruirlo per capire se la ragazza sia stata caricata su una macchina. In studio il fidanzato Simone con il suo avvocato Emanuele Giuliani e il consulente Andrea Ariola. Inoltre, la scomparsa di una donna che ha detto alla nipote: mi sposo, sono felice. Dopo questo messaggio più nulla. “Chi l'ha visto?” è alla ricerca di questo misterioso sposo. E come sempre gli appelli, le richieste di aiuto e le segnalazioni di persone in difficoltà.

Per il ciclo cinematografico, “Weird Tales”, dedicato a racconti bizzarri e grotteschi che ridefiniscono i confini del genere fantastico, Rai4 (canale 21 del digitale terrestre), domani proporrà alle 21.20, il film “Lucky”, un originalissimo thriller di nazionalità statunitense che riflette sulla violenza che le donne subiscono quotidianamente senza aver la possibilità di denunciare i fatti accaduti o di essere ascoltate ed aiutate. La scrittrice May Ryer è vittima di un’aggressione casalinga da parte di un intruso dal volto coperto da una maschera. La donna sopravvive e denuncia l’accaduto ma trova l’indifferenza sia del marito che dell’agente di polizia che raccoglie la testimonianza. Nei giorni successivi, May torna ad incrociare l’aggressore - che sembra come dotato di poteri soprannaturali - e decide di reagire con le sue forze allo stalker. A seguire, l’appuntamento di seconda serata con il ciclo Weird Tales prosegue con il sorprendente thriller kafkiano “L’uomo senza sonno”, diretto dal regista di Session 9 Brad Anderson e interpretato da un irriconoscibile Christian Bale, che per il ruolo dimagrì di ben venticinque chili, arrivando a pesarne solo cinquantaquattro.

“Anna Bolena” al Teatro Carlo Felice di Genova per la regia del famoso baritono Alfonso Antoniozzi e la direzione di Sesto Quatrini. E’ l’opera raccontata dietro le quinte da “Prima della Prima”, lo storico programma Rai che da sempre viaggia “al di là del sipario”, in onda domani alle 21.15 in prima visione su Rai 5. Al centro del racconto il lavoro di allestimento dell’opera in due atti di Gaetano Donizetti e Felice Romani sulla seconda moglie di Enrico VIII che, realizzato il sogno di potere, muore decapitata senza amore. La regia tv è di Roberto Giannarelli.

Rai Movie (canale 24 del digitale terrestre) trasmette domani in prima serata, alle 21.10, il film “C’è tempo”, diretto da Walter Veltroni con Stefano Fresi, Giovanni Fuoco, Simona Molinari e Francesca Zezza. Stefano, quarant'anni, precario e immaturo, vive in un paesino di montagna e fa un lavoro bizzarro: l'osservatore di arcobaleni. Alla morte del padre, mai conosciuto, scopre di avere un fratellastro di tredici anni, Giovanni, fin troppo adulto per la sua età. Senza alcuna intenzione di prendersene cura, Stefano parte per Roma e ne accetta la tutela solo per ricevere in cambio un generoso lascito. Ai Nastri D’argento Stefano Fresi, per questo ruolo, ha ottenuto il riconoscimento come Miglior attore in una commedia e ha anche conquistato il Premio Nino Manfredi. A seguire “MovieMag”, torna con una nuova puntata il magazine di informazione cinematografica di Rai Movie.

L'ex ospedale psichiatrico di Volterra, il più grande manicomio d'Italia, visto attraverso i padiglioni decadenti che custodiscono tracce indelebili delle sofferenze umane, della genialità artistica di alcuni pazienti e della secolare contesa tra i sostenitori della repressione o del recupero del malato. Una storia che Emanuela Lucchetti racconta in “Telemaco”, il programma di Rai Cultura condotto da quattro giovani storici, che hanno collaborato con Paolo Mieli per cinque anni a “Passato e Presente”, in onda domani alle 21.10 su Rai Storia. David Ognibene, invece, è a Piana degli Albanesi, in provincia di Palermo, tra i luoghi che hanno accolto una delle più antiche comunità Arbëreshë d'Italia, divenuti crocevia della cultura e della storia albanese e italiana, a partire dall'impresa dei Mille e dalla Strage di Portella della Ginestra. Carla Oppo, poi, attraversa le strade e i luoghi simbolo della Resistenza Partigiana della borgata Centocelle di Roma: raccoglie le storie di chi ha lottato contro l'occupazione nazifascista della capitale, una memoria storica che è valsa la medaglia d'oro al valor civile al quartiere, conferita nel 2018. Matteo Marroni, infine, porta “Telemaco” a Campo Tizzoro, sulla montagna pistoiese, alla scoperta del "villaggio utopia" che sorge al centro di un vasto complesso di archeologia industriale: l'ex centro di produzione bellica della Società Metallurgica Italiana, attraversato dalla più estesa rete di rifugi antiaerei sotterranei utilizzata nel corso della Seconda guerra mondiale.

Solo lo stato messicano potrà sfruttare il suo litio. Lo scorso 19 aprile il Senato ha infatti approvato la legge che nazionalizza il materiale appena due giorni dopo la presentazione della proposta da parte del presidente Andrés Manuel López Obrador. Domani alle 11 a "Radio 3 Mondo" su Radio 3 Marina Lalovic ne parlerà con Giulia De Luca, giornalista esperta di America Latina e voce di Radio3 Mondo. Le modifiche alla legge mineraria messicana vietano le concessioni alle imprese per estrarre questo prezioso minerale utilizzato nelle batterie elettriche, ma l’entità dei giacimenti messicani è ancora sconosciuta: il più grande deposito scoperto fino ad oggi, situato a Sonora e di proprietà della società cinese Gangfeng, dovrebbe entrare in funzione entro la fine del 2023. La quantità di minerale identificata in Messico, 1,7 milioni di tonnellate (il 2,3% delle riserve mondiali), è inferiore rispetto ai 21 milioni della Bolivia, ai 19 milioni dell'Argentina e ai 9,8 del Cile. Non a caso, poco dopo la notizia della nazionalizzazione del litio, il governo messicano ha annunciato la volontà di voler cooperare proprio con Argentina, Cile e Bolivia per lo sfruttamento del minerale. Il ministro degli Esteri messicano Marcelo Ebrard sarà incaricato di riferire sui colloqui con i tre Paesi, secondo quanto dichiarato dal presidente López Obrador. Il prezzo del litio è salito del 400 per cento l'anno scorso, grazie alla spinta delle auto elettriche e all'agenda del cambiamento climatico. Le aziende tecnologiche, guidate dalla casa automobilistica Tesla, sono disperate per assicurarsi una fornitura stabile per le loro batterie. La produzione del minerale dovrebbe aumentare del 500 per cento entro il 2050 per soddisfare la domanda, secondo la Banca Mondiale.

In Messico è presente una numerosa comunità italiana. Monica Marangoni ne parlerà prima con l’Ambasciatore italiano a Città del Messico, Luigi De Chiara nella puntata di domani de "L'Italia con voi". Poi ci si collegherà con Giuseppe Crapanzano, imprenditore del settore alberghiero a Playa del Carmen e Davide Ronda, international broker che da 30 anni vive in Messico. Si volterà pagina con una storia a lieto fine. Luciano Monti è docente di Politiche dell’Unione Europea alla Luiss di Roma e Asma una ragazza afghana che grazie all’aiuto del professor Monti può ancora decidere della propria vita e costruirsi un futuro. Si passerà al cinema con Andrea Sartoretti, co-protagonista del film “A Tor Bella Monaca non piove mai” in programmazione su Rai Italia e Valeria Verbaro, critica cinematografica. Infine, le interviste di Maria Cristina Zoppa nel backstage del Concertone del Primo Maggio. Storie dal Mondo. Si andrà in Uruguay, a Montevideo, dove si incontrerà il direttore di Gente d’Italia, testata di riferimento della comunità italiana. Si proseguirà raggiungendo il Senegal, dove vive Sara Jane Capelletti, attrice che ha partecipato a vari programmi televisivi senegalesi ed oggi è la protagonista di una serie televisiva comica.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli