Mondo Rai/Appuntamenti e novità

·6 minuto per la lettura

Per il ciclo La stagione dell’amore, Rai1 trasmetterà domani alle 21.25, in prima visione tv, la commedia romantica “Campeggio a 5 stelle”, con Emilie Ullerup, Christopher Russell, Donna Benedicto, Catherine Lough. Katie Ryan scrive per una rivista delle brevi note che descrivono in maniera accattivante un prodotto. In seguito a un incidente occorso a una redattrice viene inviata, al suo posto, per un reportage su un campeggio di lusso. Arrivata al campeggio, che in realtà è una specie di resort con “tende” enormi, full optional, conosce Will Martin, un escursionista noto alle cronache per un articolo su di lui pubblicato da una famosa rivista di avventura. Fra i due si stabilisce un rapporto di complicità molto “affettuoso”. Will è combattuto fra il desiderio di partire per una nuova avventura e la possibilità di stabilirsi definitivamente nel resort che dovrebbe essere reso ancor più bello dall’intervento di alcuni investitori che vogliono che Will sovraintenda i lavori...

Serata d’azione, domani su Rai2 alle 21.20, con il film “Le spie della porta accanto” di Greg Mottola, interpretato da Gal Gadot, Isla Fisher, Zach Galifianakis, Jon Hamm. Decoratrice di interni lei, manager delle risorse umane lui, Jeff e Karen vivono in un sobborgo di Atlanta e sono in attesa di conoscere i loro nuovi vicini. Curiosità soddisfatta dall'arrivo di Tim e Natalie Jones, una coppia incredibilmente cool. Troppo belli per essere veri, i Jones generano qualche sospetto in Karen, determinata a conoscere il loro segreto. Jeff invece sembra felice di aver trovato un amico e rigetta le paranoie della consorte. Ma Karen ha ragione da vendere. Tim e Natalie non sono affatto chi dicono di essere…

Dicono che la grande arte scaturisca immancabilmente da una grande sofferenza. E’ il caso della cantautrice americana, protagonista del documentario “Stevie Nicks Wild At Heart”, in onda domani alle 22.40 in prima tv su Rai5. Entrando a far parte dei Fleetwood Mac come cantante e compositrici prolifica, Stevie Nicks contribuisce al successo planetario della formazione. Dietro le quinte, però, il successo smisurato, le tournée senza sosta e le relazioni promiscue all'interno della band la portano a fare abuso di cocaina. Ma nulla è in grado di offuscare la sua arte, la sua voce, il personaggio mistico del palcoscenico e i testi poetici e simbolici. Ai Fleetwood Mac seguirà una carriera solista altrettanto brillante, costellata da collaborazioni con Tom Petty e Don Henley degli Eagles. La popolarità di Stevie Nicks non è destinata a tramontare, nonostante gli oltre 40 anni di carriera alle spalle. Recentemente è stata l'ispirazione e personaggio chiave della terza e ottava stagione della serie American Horror Story; i protagonisti della nuova leva pop, da Harry Styles a Miley Cyrus e Taylor Swift fanno a gara per collaborare con lei. Il suo status è ormai quello di una icona senza tempo.

Per il ciclo “Il Vizio del cinema”, domani alle 21.10 Rai Movie (canale 24 del digitale terrestre) trasmette il capolavoro senza tempo di Billy Wilder “A qualcuno piace caldo”, con Marilyn Monroe, Jack Lemmon e Tony Curtis. Definita una delle miglior commedie della storia del cinema statunitense, il film mette in scena situazioni di assoluta genialità attraverso la rocambolesca fuga di due musicisti jazz costretti a camuffarsi da donna per sfuggire a una banda di gangster che li vuole morti. Indimenticabili le scene di Marilyn Monroe che canta “I wanna be loved by you”, fasciata in un abito mozzafiato, e il tango che Jack Lemmon/Daphne balla con l’innamorato Joe E. Brown. Il film ottenne sei nomination agli Oscar nel 1960, aggiudicandosi una statuetta per i migliori costumi, e vinse tre Golden Globe, tra cui quello per la Migliore Attrice a Marilyn Monroe e quello per il Miglior attore a Jack Lemmon.

Domani alle 21.20 Rai3 trasmetterà, in prima visione tv, il film di Joe Berlinger “Ted Bundy – Fascino criminale” con Zac Efron, Lily Collins, Angela Sarafyan. Ted è un ragazzo bello, intelligente, carismatico e affettuoso. Liz è una ragazza madre, attenta e innamorata. Una normale coppia felice, a cui in apparenza non manca nulla. Quando Ted viene arrestato e accusato di una serie di efferati omicidi, Liz viene messa a dura prova: Chi è davvero l'uomo con cui condivide la sua vita? Mano a mano che i particolari vengono a galla capirà che Ted non è vittima di un grande equivoco ma il vero colpevole…

Julien è sempre in viaggio per lavoro e la continua assenza da casa ha mandato in frantumi il suo matrimonio. Mentre si trova in Francia, riceve un'inquietante chiamata dall’ex moglie: Mathys, il loro bambino di sette anni è scomparso. Comincia così la storia che Christian Carion racconta nel film “Mio figlio” – con Guillaume Canet, Mélanie Laurent, Olivier de Benoist, Antoine Hamel, Mohamed Brikat - in onda domani alle 21.15 su Rai5, senza interruzioni pubblicitarie. Dopo la notizia della scomparsa Julien si mette sulle tracce del figlio, pronto a percorrere anche il più oscuro dei sentieri pur di salvarlo. Il film è stato presentato in selezione ufficiale alla XII edizione della Festa del Cinema di Roma del 2017.

Il 23 agosto 1939, la Germania nazista e l’Unione Sovietica stringono un patto di non-aggressione conosciuto come Patto Ribbentrop-Molotov o Hitler-Stalin. L’Europa ne è sconvolta e questa mossa cambierà completamente gli equilibri fra i vincitori e i vinti della Prima Guerra Mondiale. Una storia raccontata dal doc in due parti “Il patto Hitler – Stalin”, in onda domani alle 21.15 su Rai Storia, che ne ripercorre le diverse fasi, dalla firma dell’accordo all’invasione dell’Unione Sovietica da parte della Germania, in un contesto nel quale si inserisce il ruolo ambiguo e ondivago delle potenze democratiche uscite vincitrici dalla Grande Guerra, la Francia e la Gran Bretagna, che oscillano tra sottovalutazioni della minaccia nazista e pregiudizi ideologici che la guerra imminente renderà presto obsoleti. In ogni caso, la vera storia del patto, punto di partenza della Seconda guerra mondiale, è molto più controverso di quella che sembra. Hitler e Stalin, una volta nemici giurati, arrivano a un riavvicinamento, interessato quanto distruttivo: un patto di non aggressione reciproca in cambio (nella parte del Trattato rimasta a lungo top secret) di riconoscimenti territoriali che viene firmato il 23 agosto 1939. Ma il 22 giugno 1941, Hitler attacca l'Urss avviando l'operazione Barbarossa e violando i termini dell’accordo. Anche Stalin è caduto nella trappola del Führer. Ma solo nel 1989 l'Urss ha riconosciuto ufficialmente l’esistenza del Patto e i suoi scopi.

Un racconto scandito in quattordici capitoli, tanti quanti sono i protagonisti, presentati da Nadia Bala, Andrea Fusco e Maurizio Ruggeri, in una produzione Rai Nuovi Formati. Dopo il successo ottenuto durante Tokyo2020, con una media di 1 milione e 362 mila spettatori, e uno share del 14,5%, torna "Record, Speciale Paralimpiadi", in onda domani alle 16.10 su Rai2, subito dopo la Cerimonia di Apertura dei Giochi, e in replica a mezzanotte, per conoscere meglio chi, dalla disabilità, ha tratto la forza e il coraggio per nuove possibilità. Le singole storie - da quella di Alex Zanardi, che sarebbe stato il capitano della spedizione azzurra a Tokyo, a Bebe Vio, portabandiera dell’Italia assieme a Federico Morlacchi, da Simone Barlaam a Ellie Simonds, fino a Monica Contraffatto - saranno invece disponibili su RaiPlay.

Il 'Gassenhauer Trio' di Beethoven e il Trio in la minore per clarinetto, violoncello e pianoforte, op. 114 di Brahms: è il programma del concerto dalla Cappella Paolina al Quirinale che Rai Cultura propone in prima tv domani alle 17.15 su Rai5. Protagonista il Klavier Ensemble dell'Orchestra Sinfonica Nazionale Rai composto da Luca Milani al clarinetto, Massimo Macrì al violoncello e Maurizio Baglini al pianoforte.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli