Mondo Rai/appuntamenti e novità

webinfo@adnkronos.com
·8 minuto per la lettura

Prende il via con la settima puntata, in onda domani dalle 21.25, il torneo dei campioni di ‘Tale e Quale Show’, il varietà di punta di Rai1 presentato da Carlo Conti e prodotto in collaborazione con Endemol Shine Italy. Sarà una serata particolare: il conduttore - risultato positivo asintomatico al Covid-19 - presenterà la trasmissione direttamente dalla sua abitazione, dove è in isolamento. Sarà un 'padrone di casa', stavolta a distanza, per l'occasione supportato in studio dall'amico di sempre Giorgio Panariello, uno dei tre giudici. Dopo la vittoria della settimana scorsa di Pago, che si è laureato “Campione di Tale e Quale Show 10’, da questo settimo appuntamento e fino alla finalissima del 13 novembre dagli studi televisivi ‘Fabrizio Frizzi’ di Roma vedremo protagonisti i migliori 6 artisti di questa decima edizione (oltre a Pago ci saranno Virginio, Barbara Cola, Carolina Rey, Giulia Sol e Sergio Muniz) e i migliori 4 dell’anno scorso (Agostino Penna, Francesco Monte, Lidia Schillaci e Jessica Morlacchi). Tutti andranno a caccia del titolo di ‘Campione di Tale e Quale Show 2020’: in tre settimane dovranno dare il meglio di se stessi, come sempre cercando di imitare in tutto e per tutto i big della musica nazionale e internazionale a loro assegnati. Saranno 3 prime serate tutte da gustare perché in pratica si assisterà alle performance (sempre in diretta e dal vivo, accompagnate dalle basi e dagli arrangiamenti realizzati dal maestro Pinuccio Pirazzoli) di chi si è maggiormente distinto nelle due ultime edizioni del programma, che anche quest’anno si è confermato leader degli ascolti del prime time. Sarà, insomma, una sorta di ‘Champions League’ del varietà. Come di consueto, i protagonisti saranno giudicati da Loretta Goggi, Giorgio Panariello e Vincenzo Salemme, oramai tre punti più che fermi di ‘Tale e Quale Show’. Giudice d’eccezione, l’attore e regista Carlo Verdone. Presenza fissa, Gabriele Cirilli. Il regolamento: al termine di ogni puntata, grazie alla somma delle due votazioni (quella dei giurati e quella degli stessi protagonisti), sarà decretato il vincitore della serata; la classifica generale, data dalla somma dei voti totali, porterà poi all’elezione del vincitore finale. I 10 partecipanti sono seguiti, nell’arco del loro percorso, dai tutor: i “vocal coach” Maria Grazia Fontana, Dada Loi e Matteo Becucci, e la “actor coach” Emanuela Aureli. Non mancheranno, come di consueto, gli ‘imitatori del web’, che potranno inviare alla redazione del programma le proprie ‘originali’ performance: le più divertenti saranno poi mandate in onda. ‘Tale e Quale Show’ è su Facebook e Twitter con l’hashtag #taleequaleshow. Il sito ufficiale è www.taleequaleshow.rai.it.

È stata la settimana del nuovo Dpcm e dei “ristori”, degli incidenti di piazza, delle ordinanze e dei ricorsi al Tar, dei coprifuoco a macchia di leopardo e dei lockdown “leggeri” di Francia e Germania. Mentre i dati crescono e la pandemia anche in Italia sembra ormai fuori controllo, il fantasma di una nuova chiusura generalizzata agita Governo, Presidenti di Regione, Sindaci e, soprattutto, gli italiani. Da Napoli con Francesca Romana Elisei e da Milano con Roberto Vicaretti torna, domani, alle 21.20 su Rai 3, “Titolo V” per fare il punto su giornate che in tanti ritengono di “vigilia” di nuove e più rigorose decisioni. Ma chi si assumerà la responsabilità di prenderle? Tra gli ospiti del programma il Presidente della Regione Sicilia, Nello Musumeci, quello del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, i sindaci di Bari Antonio Decaro, di Treviso Mario Conte, di Napoli Luigi De Magistris, il Direttore del Quotidiano del Sud Roberto Napoletano, lo scrittore Maurizio de Giovanni, il Presidente della Fondazione Gimbe Nino Cartabellotta, il giornalista e conduttore di “Mi Manda Raitre” Federico Ruffo. I corrispondenti della Rai da Berlino, Rino Pellino, e da Parigi, Nicoletta Manzione.

Uno dei misteri che ha accompagnato la vita di Leonardo da Vinci, uno dei più grandi geni italiani di tutti i tempi: il ritratto di Monna Lisa, la Gioconda. Lo svela il documentario “Leonardo, l’ossessione di un sorriso”, in onda domani alle 19.30 su Rai5. Nell’anno 1503, Leonardo accetta di dipingere il ritratto della moglie di un mercante. Quando l'artista incontra Madonna Lisa ne ha un'impressione così forte che dipinge non una, ma due versioni del suo ritratto. La seconda versione, a tutt'oggi oggetto di studio, verrà scoperta solo nel 2012, in un caveau svizzero. Così comincia, tra ricostruzioni e ipotesi scientifiche, la storia raccontata da “Leonardo, l’ossessione di un sorriso”.

Un emozionante docufilm diretto dalla pluripremiata Sasha Joelle Achilli che porta lo spettatore dentro l’ospedale di Cremona, nei giorni più drammatici della pandemia. Rai Documentari presenta “La prima battaglia del covid19”, una produzione PBS-Frontline, in onda in prima visione domani alle 22.55 su Rai2. Il doc, girato lo scorso mese di marzo, poco prima che l’Italia superasse la Cina per numero di vittime, racconta la lotta straziante ed eroica di medici e infermieri contro la malattia e i momenti di intensa preoccupazione e stanchezza dei professionisti in terapia intensiva. Poi, ancora, gli interventi della dottoressa Francesca Mangiatordi e dell’infermiera Elena Pagliarini; il caso di Mattia, il 18enne ricoverato in gravi condizioni e poi guarito; i medici contagiati e costretti all’isolamento. Un grande reportage selezionato da Rai Documentari per comprendere la forza di questo virus che sta mettendo in ginocchio le economie mondiali e mietendo vittime in ogni Paese ma, soprattutto, per far riflettere su come ognuno di noi debba cercare di mettere in atto comportamenti virtuosi per evitare l’ulteriore diffusione della pandemia.

Diari di adulti che tornano sui banchi e bambini che camminano per chilometri per raggiungere la scuola più vicina: storie al centro di “Insieme” - il nuovo programma di Rai Cultura, condotto da Serena Scorzoni, che racconta le storie dell’Italia che ce l’ha fatta - in onda in prima visione domani alle 21.10 su Rai Storia. Le storie individuali incrociano la storia collettiva, quella dell’Italia Repubblicana che riparte dalla scuola. Il diritto allo studio, gratuito e di qualità è diventato una vera priorità per il Paese solo dopo la Seconda Guerra Mondiale ed emergono diverse figure negli anni della lotta all’analfabetismo, come l’educatrice Anna Lorenzetto, promotrice della diffusione dei Centri di cultura popolare soprattutto nel sud Italia, e il maestro Alberto Manzi, figura carismatica e pioniere della didattica a distanza. E, una volta colmate le carenze, ci sono gli anni in cui la scuola si è messa in discussione, ripensando i metodi di insegnamento e adeguandosi ai cambi che la società stava vivendo. La nuova didattica degli anni ’70 mette gli alunni al centro di tutto, con i loro bisogni e le loro risorse e fa leva sulla partecipazione e lo scambio tra maestri e allievi. Le esperienze di Danilo Dolci, don Milani, le sperimentazioni di Loris Malaguzzi, Gianni Rodari e il movimento di cooperazione educativa saranno linfa vitale per la pedagogia. Intervengono nel programma la storica Patrizia Gabrielli e il maestro Franco Lorenzoni.

Nella puntata di "Elisir", il programma di medicina condotto da Michele Mirabella e Benedetta Rinaldi, in onda domani, alle 11 su Rai3, il professor Carlo Ratto, colonproctologo al Policlinico Agostino Gemelli di Roma, spiegherà come si formano le emorroidi e come intervenire. Quindi Luca Brunese, Rettore dell’Università del Molise, dirà a cosa serve la risonanza magnetica e in quali casi è veramente necessaria. Infine, nello spazio dedicato alla nutrizione, si parlerà degli zuccheri nascosti negli alimenti. La dottoressa Tiziana Stallone, biologa nutrizionista dell’Università Tor Vergata di Roma, spiegherà in quali alimenti si trovano e come riconoscerli.

Lo scontro tra generazioni, i ricordi d’infanzia del regista, il rapporto tra nonni e nipoti, sono al centro di “Un'estate in Provenza”, il film di Rose Bosch, con Jean Reno e Anna Galiena, che Rai Movie (canale 24) propone domani alle 21.10. Lea, Adrien e il loro fratellino Theo, sordo dalla nascita, partono controvoglia da Parigi per trascorrere l'estate in Provenza, nella tenuta dei nonni materni. Qui incontrano nonno Paul, un burbero olivicoltore che i ragazzi non hanno mai conosciuto a causa di vecchi dissapori familiari. Ben presto però, il passato da sessantottino del nonno si riaffaccia assieme al suo lato più umano e affettuoso. Dopo numerosi scontri, i ragazzi scopriranno il piacere del vivere in campagna. E l’amore dei nonni renderà la loro vacanza indimenticabile.

Ristoratori sul piede di guerra: le misure per il contenimento della pandemia contenute nell’ultimo decreto impongono la chiusura alle 18. Dopo il lockdown della scorsa primavera e le spese sostenute per rispettare gli obblighi di sanificazione, le nuove restrizioni rischiano di mettere in ginocchio un settore già duramente provato dall’emergenza coronavirus. Sono misure necessarie? Basteranno i ristori previsti dal governo? Che cosa chiedono i ristoratori? Domani alle 12.25 su Rai3 nella puntata di Fuori Tg se ne parlerà con Lino Stoppani di Confcommercio e con l'infettivologo Marco Tinelli.

Uno dei ritratti più completi ed esaustivi di Joni Mitchell, folksinger entrata nella storia e annoverata fra le principali esponenti della scuola cantautorale al femminile. È il documentario “Joni Mitchell. Woman Of Heart And Mind” diretto da Stephanie Bennett, in onda domani alle 00.30 su Rai5. Una biografia in cui l’artista si racconta, tra luci ed ombre: una vita difficile e travagliata che ha saputo trasformare in poesia, passando dal folk, al jazz, alla sperimentazione elettronica. Il documentario alterna immagini di repertorio ad interviste esclusive con artisti che hanno lavorato con la cantautrice come David Crosby, Graham Nash, Neil Young, Judy Collins e Bob Dylan.