Mondo Rai/Appuntamenti e novità

(Adnkronos) - Una relazione tenuta a lungo nascosta, un rapporto soffocante e un omicidio brutale. Nella terza puntata di "Amore Criminale", in onda domani in prima serata su Rai 3, Emma D’Aquino racconterà la storia di Cinzia, uccisa a 34 anni dall’ex compagno. E’ il 2006 quando la donna, in cerca di un lavoro, entra in un negozio di casalinghi: il titolare la assume come commessa e il loro rapporto, ben presto, si trasforma in una relazione d’amore. In quel momento della sua vita Cinzia abita con gli anziani genitori e decide di non raccontare niente della nuova relazione. La stessa cosa fa l’uomo, che è sposato da venti anni ed è padre di due figli adolescenti. La loro relazione viene vissuta in clandestinità, al riparo da chiacchiere e sguardi indiscreti. Così facendo, in pochi anni Cinzia si isola da tutti e l’allora compagno ha su di lei un controllo totale. Stanca di vivere la relazione nell’ombra, Cinzia vorrebbe poter vivere il suo amore senza doversi nascondere, e chiede all'uomo di compiere una scelta: o lei o la famiglia. La situazione non evolve e dopo sette anni Cinzia acquisisce una consapevolezza importante: l’ex compagno non lascerà mai la sua famiglia e forse neppure lei è disposta a portare avanti questa relazione clandestina. Decide di lasciarlo. L’ex compagno inizia allora un controllo serrato sul suo telefono, sul pc, persino sui social, fino a scoprire che Cinzia chatta con un altro uomo. Da quel momento, prova in tutti i modi a recuperare il rapporto. La mattina del 24 agosto 2019 fa un ultimo tentativo: le manda un messaggio in cui le propone di andare al mare. La donna accetta la proposta di trascorrere una giornata insieme e si reca al punto di incontro, il garage accanto al negozio di casalinghi. Qui l’uomo l'aspetta e la uccide con cinque colpi di mattarello. Viene rinviato a giudizio e condannato all’ergastolo. Oggi la sua pena è definitiva. Come sempre, la storia è stata ricostruita con una docu-fiction.

L’invenzione del grattacielo, che trasforma il volto delle metropoli: una “conquista” raccontata da “Amsterdam, Londra, New York. Tre città alla conquista del mondo”, in onda domani alle 22.10 su Rai Storia, con l’introduzione del professor Alessandro Barbero. I grattacieli hanno segnato una svolta nella storia delle grandi città. Costruire in verticale è la soluzione al problema della limitatezza delle aree edificabili. Questa formula innovativa ha origine a New York, dove ancora oggi i suoi grattacieli sono il simbolo della città. In Inghilterra nello stesso periodo si tenta la strada delle “città giardino” per contrastare il degrado sociale delle megalopoli.

Un magistrale retroscena del Macbeth di Verdi, in un percorso formativo che guida il pubblico al cuore dell’opera italiana: è la nuova serie in 8 puntate “Muti prova Macbeth”, in onda da domani alle 21.15 su Rai 5. Il maestro Riccardo Muti “attraversa” i 4 atti dell’opera, concentrandosi sui momenti chiave del dramma, attraverso lo sguardo e l’esperienza che lo hanno reso uno dei più grandi direttori d’orchestra del mondo.

L'inflazione accelera ancora. Una corsa trainata dalla guerra in Ucraina e dagli effetti della pandemia. Ad alleggerire le tasche degli italiani non sono solo i maxi-rincari delle bollette di luce e gas. Per le famiglie anche il carrello della spesa sta diventando sempre più caro. Di questo si parlerà domani a Tg2 Italia – in onda alle 10 su Rai 2 - con gli ospiti Rosario Trefiletti Presidente Centro Consumatori Italia e Giusy Franzese giornalista economica del Messaggero. A seguire “Itinerari”, la consueta rubrica di suggerimenti per visitare alcune tra le più interessanti mostre in Italia.

Il viaggio a Bruxelles del Presidente del Consiglio Giorgia Meloni che incontrerà, tra gli altri, il presidente della Commissione Ue Ursula Von der Leyen, il caso delle dimissioni di Letizia Moratti dalla giunta della Lombardia, il caro energia e un approfondimento sull’aumento del costo dei mutui: questi i temi della puntata di domani di Agorà, in onda alle 8.00 su Rai 3. Ospiti di Monica Giandotti sono: Alessandro Cattaneo, Forza Italia; Simona Malpezzi, Partito Democratico; Luca Ciriani, Fratelli d’Italia; Chiara Appendino, Movimento 5 Stelle; Michela Marzano, filosofa e scrittrice; Paola Tommasi, Il Tempo; Luca Sommi, giornalista; Stefano Santin, Casa del consumatore; Lando Maria Simeoni, segretario generale FABI; Gianluca Timpone, tributarista; Mario Tozzi, geologo e ricercatore scientifico.

Santa Maria sopra Minerva è forse l’unica chiesa di Roma che vanta forme gotiche, anche se molto rivisitate nell’Ottocento. I Domenicani vi risiedono da secoli e “Divini devoti”, la serie con il professor Claudio Strinati, che Rai Cultura domani alle 19.30 su Rai 5, punta l’attenzione sia sulla piazza antistante - in cui troneggia un celeberrimo monumento della Roma barocca: l’elefante che sostiene un obelisco - sia all’interno della chiesa, dove massima rilevanza viene data alle figure di San Tommaso d’Aquino e Santa Caterina da Siena. Sono due personaggi di cui nella chiesa vengono rintracciate numerose testimonianze figurative, la più importante delle quali è la cappella Carafa, affrescata alla fine del Quattrocento da Filippino Lippi. Nella puntata, anche i contributi dell’indimenticabile critico d’arte Philippe Daverio, del giornalista ed esperto di fumetti e animazione Luca Raffaelli, e del professor Marcello Fagiolo, professore ordinario di Storia dell’Architettura.

I primi incontri europei per Giorgia Meloni. Con i vertici di Commissione e Parlamento parlerà molto probabilmente di energia, migranti, Pnrr, regole economiche. Se ne parlerà a "Radio anch'io", condotto da Giorgio Zanchini, su Rai Radio1 dalle 6.30 alle 9 nella puntata di domani. Tra gli ospiti nella prima parte del programma Maria Gianniti, corrispondente Rai da Gerusalemme; Gavino Moretti, corrispondente Rai da Bruxelles; Giovanni Visone. giornalista, responsabile comunicazione Intersos. Dalle 7.30 alle 8 il confronto prosegue con Brahim Maarad, corrispondente Agi da Bruxelles; Nicola Molteni, deputato della Lega, sottosegretario al ministero dell'Interno; Gianluca Codagnone, manager Fidentis, curatore del thinktank Crosswords; Maria Cecilia Guerra, economista, deputata PD, già sottosegretaria al Ministero dell'economia. Alle 8.30 ci si occuperà delle differenze economiche tra le regioni italiane, con un focus sul turismo con la ministra Daniela Santanché. Insieme a lei saranno ospiti Carlo Trigilia, accademico dei Lincei, già ministro della coesione territoriale, professore emerito di Sociologia economica all'Università di Firenze e Luca Bianchi, economista e direttore Svimez (Associazione per lo Sviluppo dell'industria nel Mezzogiorno).

La fibrillazione atriale: quali sono i sintomi e quando è necessaria la visita dal cardiologo? A “Elisir” - il programma di medicina condotto da Michele Mirabella e Benedetta Rinaldi con Francesca Parisella, in onda domani alle 10.30 su Rai 3 - se ne parla con il professor Gino Gerosa, direttore della Scuola di Specializzazione in Cardiochirurgia dell'Università di Padova. Spazio, poi, all’importanza della lettura, strumento fondamentale per allenare e stimolare il cervello, come spiega il professor Sandro Sorbi, ordinario di Neurologia presso l’Università di Firenze. Nel “Mi dica dottore” la dottoressa Norma Cameli, dermatologa all’Istituto Dermatologico San Gallicano Irccs di Roma, si sofferma sulle unghie fragili e su cosa fare per rafforzarle. L’ultima parte è dedicata a sfatare i falsi miti e le dicerie che sono circolate nel tempo sul latte. Fa chiarezza il professor Nicolò Merendino, associato in Scienze dell'Alimentazione all’Università degli Studi della Tuscia.

Otto città fantasma. Otto luoghi abbandonati da raccontare tra passato e presente del Paese in cui sono sorti. Storie che l’attore e fotografo Sandro Giordano racconta nella serie “Ghost Town”, in onda domani alle 20.15 su Rai 5. La prima tappa porta a Longyearbyen, la capitale amministrativa delle Isole Svalbard, in Norvegia, l’ultimo avamposto prima del Polo Nord. Qui Giordano inizia la sua ricerca sulla ghost town di Pyramiden, una città mineraria sovietica abbandonata alla fine degli anni ‘90. A Longyearbyen incontra Stefano Poli, fondatore del North Pole Expedition Museum, che gli fornisce le prime informazioni sulla città fantasma. Per raggiungerla occorre imbarcarsi su una nave che solca il mare Artico costeggiando fiordi e ghiacciai. Dopo una traversata di 4 ore Giordano sbarca a Pyramiden ed esplora i luoghi abbandonati di questa città sotto la costante minaccia dell’orso bianco, il predatore più feroce del mondo. Un’esplorazione che lo porta a scoprire gli edifici simbolo di questa “piccola Mosca dell’Artico”: il Palazzo della Cultura, la miniera, la mensa, il complesso sportivo e il dormitorio delle donne.