Mondo Rai/Appuntamenti e novità

·8 minuto per la lettura

Torna, per il quinto anno, l’appuntamento su Rai1 con "Prodigi – La musica è vita", la prima serata dedicata al talento e alla solidarietà realizzata in collaborazione con Unicef ed Endemol Shine Italy. La conduzione di questa edizione, in onda domani alle 21.20, dal Teatro 1 di Cinecittà World, sarà di Serena Autieri, già al timone della quarta edizione, e di Gabriele Corsi. I protagonisti della serata saranno, anche in questa occasione, nove giovanissimi talenti nella danza, nel canto e nella musica, tra i10 e i 16 anni, accompagnati nelle loro esibizioni dall’orchestra giovanile “Sesto Armonico”, diretta dal Maestro Matteo Parmeggiani. A giudicare le performance dei piccoli artisti sarà una giuria composta da sei celebrità del mondo dello spettacolo e dell’arte: Malika Ayane e il Goodwill Ambassador dell’Unicef Italia Peppe Vessicchio per il canto, Ermal Meta e Laura Marzadori, primo violino dell'Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, per la musica, e Samantha Togni e Luciano Cannito per la danza. Guest star della giuria, inoltre, un amico speciale di Prodigi, Flavio Insinna, già conduttore delle precedenti edizioni del programma. Saranno loro, i giurati, ad eleggere i tre finalisti per ogni categoria - musica, danza, canto -, mentre il vincitore assoluto, al quale andrà una borsa di studio offerta dall’Unicef Italia, sarà eletto dalla giuria tecnica, composta da cento esperti nel campo delle tre categorie. A consegnare il premio Carmela Pace, Presidente dell’Unicef Italia, che ricorderà anche il 75° anniversario della nascita dell’Unicef.

Tornano le storie dei ragazzi rinchiusi nell’Istituto di detenzione minorile, raccontate nella serie “Mare fuori”, la cui seconda stagione andrà in onda in sei serate da domani alle 21.20 su Rai2. I primi due episodi sono già disponibili in anteprima su RaiPlay. In queste puntate ogni detenuto si troverà di fronte, come uno specchio, la propria famiglia, e verrà chiamato a compiere una scelta: seguirne le orme o rinnegarle? Nuovi personaggi faranno il loro ingresso nell’Istituto, come Kubra, una ragazza di origini nigeriane colpevole di matricidio; o Sasà, un ragazzino arrestato per violenza carnale, un reato che è convinto di non aver compiuto. Intanto, fuori dalle mura, si indaga per cercare i veri responsabili dei crimini compiuti dai giovani detenuti. Nel cast della serie: Carolina Crescentini, Carmine Recano, Valentina Romani, Nicolas Maupas, Massimiliano Caiazzo, Vincenzo Ferrera, Antonio De Matteo e Anna Ammirati. Nel primo episodio, dal titolo “La famiglia che verrà”, Carmine è sospeso tra la vita e la morte, ma Nina non si arrende, convinta che per avere un futuro sia necessario crearselo. Massimo (Carmine Recano), schiacciato dal senso di colpa, decide di lasciare il suo posto di comandante e Paola, la direttrice dell’Istituto interpretata da Carolina Crescentini, si ritrova sola a fronteggiare i ragazzi dopo la morte di Ciro e vuole trasferire Filippo Ferrari in modo da evitare tragiche conseguenze. A compromettere il fragile equilibrio il ritorno di una vecchia conoscenza. A seguire, nell’episodio “Nella gioia e nel dolore”, Sasà, un ragazzo della Napoli bene, entra in istituto per un reato che non viene rivelato e diventa un nuovo bersaglio. Naditza sta per uscire e Filippo convince i suoi ad ospitarla a Milano. ‘O Chiattillo, però, è nel mirino di Pirucchio che vuole vendicare Ciro. Carmine esce dal coma e sposa Nina sotto protezione, con Filippo come testimone, mentre i Di Salvo non sono invitati. Il destino poi presenterà il conto. La colonna sonora della seconda stagione di “Mare Fuori”, prodotta e distribuita da RaiCom è firmata ancora una volta da Stefano Lentini e vede proseguire la collaborazione con Raiz, nella canzone “Amore che fa male”, e con Matteo Paolillo, autore di “Sangue Nero”, con le voci di due giovani attori e protagonisti della serie: Cardiotrap (Domenico Cuomo) e Gemma (Serena Codato). “Mare fuori – Seconda stagione”, una coproduzione Rai Fiction e Picomedia. Regia: Milena Cocozza e Ivan Silvestrini. Da un’idea originale di Cristiana Farina. Sceneggiatura: Maurizio Careddu, Cristiana Farina, Luca Monesi. Prodotta da Roberto Sessa.

Domani alle 21,20 su Rai3 'Chi l'ha visto'. Sempre al fianco delle famiglie degli scomparsi alla ricerca di risposte che possano portare alla verità...Casi di scomparsa, cold case e misteri da risolvere anche con l'aiuto dei telespettatori. Con un occhio sempre attento ai fatti dell'attualità. Spazio ad aggiornamenti e grandi inchieste, storie di adolescenti in fuga dalla famiglia, anziani soli, donne maltrattate.

Prosegue su Rai4 (canale 21 del digitale terrestre) il ciclo Alien Invasion dedicato ai cult del cinema fantascientifico che affrontano il tema dell’invasione aliena. Domani alle 21.20 sarà la volta del film “Sputnik”, acclamato horror del regista esordiente Egor Abramenko. La storia è ambientata in Russia nei primi anni ’80. La corsa allo spazio che ha caratterizzato la Guerra Fredda si completa di una missione spaziale da cui torna in vita un solo cosmonauta. Sotto stretta osservazione in una base militare, l’uomo rivela di essere il veicolo di un parassita alieno capace di fuoriuscire dal suo corpo. Per cercare di ricostruire gli eventi che hanno portato a questo incontro ravvicinato, viene convocata la giovane psichiatra Tatyana Klimova. Tra gli apici del recente rinascimento del cinema russo fantastico, Sputnik è stato presentato in anteprima mondiale al Tribeca Film Festival e ha vinto il Premio Asteroide nell’edizione 2020 del Trieste Science+Fiction Film Festival.

Una serie in quattro puntate sulla nascita e l’evoluzione di un genere che al giorno d’oggi trascende qualunque colore, cultura e classe sociale. È la serie “Hip Hop Evolution”, in onda da domani alle 23.00 su Rai5. La voce narrante, nonché intervistatore dei numerosi ospiti, è il rapper e produttore Shade. Tra i protagonisti della serie, i pionieri del passato e i protagonisti del presente: DJ Kool Herc, Coke La Rock, Grandmaster Flash and The Furious Five, i Run DMC, Dr.Dre, Ice Cube e Snoop Dogg. “Hip Hop Evolution” non è solo la storia di un genere musicale, ma di un vero e proprio fenomeno sociale che nasce alla fine degli anni '70 nei "projects" - ovvero nei ghetti neri del Bronx - come un nuovo spazio culturale per manifestare e dare sostanza al sogno di riscatto sociale, libertà, progresso. La sua pervasività, longevità e popolarità sono un "Sign of The Times" - per citare Prince - da non sottovalutare. Il primo episodio racconta le origini del genere. La storia dell’Hip Hop vede la propria alba durante le prime feste in un appartamento del Bronx, del leggendario dj Kool Herc, che inizia a intrattenere il proprio quartiere in una maniera decisamente insolita per il tempo: in un’epoca in cui a spopolare è la dance music, alla fine degli anni 70, il dj inizia a proporre dj set di musica R&B e funky. Spesso, accompagnato da “intrattenitori” che imbracciavano il microfono sulle basi suonate dal dj. Il tutto ininterrottamente, creando un flusso musicale continuo. È la nascita del “djing” come lo conosciamo oggi e degli MC: i rapper.

Una prima serata dedicata alla commedia quella di domani su Rai Movie (canale 24 del digitale terrestre) che alle 21.10 trasmette “Maschi contro femmine”, un film diretto da Fausto Brizzi con Paola Cortellesi, Fabio De Luigi, Francesco Pannofino, Carla Signoris, Alessandro Preziosi, Lucia Ocone, Nicolas Vaporidis, Chiara Francini e Paolo Ruffini. Protagonista è l'eterno scontro tra l'universo femminile e quello maschile, raccontato attraverso le vicende di quattro coppie le cui storie e vicissitudini si intrecciano. Il film ha vinto il premio Diamanti al Cinema al Festival di Venezia 2011 nella categoria Miglior regia e due Nastri d'Argento per la Miglior attrice protagonista a Paola Cortellesi e come Miglior commedia. A seguire “MovieMag”, una nuova puntata del magazine di informazione cinematografica di Rai Movie condotto da Alberto Farina.

Giornalista e dirigente televisivo di lungo corso, Biagio Agnes ha legato il suo nome a una stagione cruciale della Rai. Un personaggio raccontato da “Storie della TV”, con la consulenza e la partecipazione di Aldo Grasso, in onda domani alle 22.10 su Rai Storia. Agnes ha rivoluzionato il linguaggio del telegiornale (con il Telegiornale delle 13), ha creato le testate regionali (fu direttore della nascente Terza Rete), ha ideato numerosi programmi televisivi (“Check up”, uno su tutti) e ha guidato la Rai degli anni ‘80, quella del duopolio televisivo e della concorrenza con i network privati, in qualità di direttore generale, contribuendo infine alla realizzazione della sede di Saxa Rubra, oggi a lui intitolata.

Terzo incontro con il Maestro Riccardo Muti, uno dei più grandi direttori d’orchestra del mondo, che guida il pubblico televisivo alla scoperta dei retroscena dell’Aida di Giuseppe Verdi in “Muti prova Aida”, il nuovo programma di Rai Cultura in otto puntate. Nel quinto e sesto appuntamento, in onda domani alle 21.15 in prima visione su Rai5, Muti indaga i temi e i momenti chiave del grande dramma verdiano, celebre presso il grande pubblico anche per la sua monumentale Marcia trionfale.

Si parla di manovra, banche e criptovalute nella puntata di “Restart - L’Italia ricomincia da te” in onda domani alle 23.30 su Rai2. Il vicepresidente del Pd Giuseppe Provenzano, il presidente di Aspen Institute Giulio Tremonti, Pierpaolo Bombardieri, segretario generale della Uil, e il sociologo Domenico De Masi faranno il punto su tasse e occupazione, tra reddito di cittadinanza, crisi industriali e le relative delocalizzazioni che stanno mettendo a rischio molti posti di lavoro. Il sindaco di Siena Luigi De Mossi, il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, Sergio Rizzo vicedirettore de La Repubblica, e Marina Brogi, professoressa di International banking all’università La Sapienza discuteranno quindi della lunga crisi del Monte dei Paschi di Siena e dei suoi ultimi sviluppi, mentre Carlo D’Ippoliti, docente di Economia all’università La Sapienza nonché uomo dei numeri di “Restart”, analizzerà lo stato di salute delle nostre banche. Seguirà, con il presidente della Consob Paolo Savona, un focus sulle criptovalute. Nella sua rubrica “Romanzo Quirinale” l’editorialista del Corriere della Sera Aldo Cazzullo continuerà quindi a decifrare le mosse della politica in vista dell’elezione del Presidente della Repubblica, mentre nella sua “Agenda economica” della settimana che verrà il direttore dell’AGI Mario Sechi anticiperà gli appuntamenti strategici italiani e internazionali.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli