Mondo Rai/Appuntamenti e novità

·8 minuto per la lettura

Un cast stellare, Raoul Bova, Liz Solari, Nino Frassica, Sergio Rubini, Emilio Solfrizzi, Neri Marcorè, Giulia Michelini, Sabrina Impacciatore, Pietro Sermonti e Maurizio Mattioli nel film di Paolo Genovese “Sei mai stata sulla luna?”, in onda domani alle 21.25 su Rai1. Guia ha 30 anni, lavora in una prestigiosa rivista internazionale di moda e vive tra Milano e Parigi. Si considera felice della sua vita fino a quando si ritrova in uno sperduto paese della Puglia dove ha ereditato una grande masseria di famiglia e se ne deve occupare. Qui si imbatterà in Renzo, un affascinante e strano contadino.

Servizi e reportage da Honolulu, Reykjavik, Granada e dalla Marmolada nel terzo appuntamento con “Kalipè – a passo d’uomo”, in onda in prima serata, alle 21.20, su Rai2 domani. Il primo ospite che Ossini accoglierà nello studio, sulla Skyway Monte Bianco, sarà Niccolò Fabi: lo farà sulle note di “Meraviglioso” di Domenico Modugno, brano che darà il titolo alla puntata. Con lui rifletterà sull’importanza di rallentare i ritmi e di come l’uomo debba tornare a meravigliarsi. Lo raggiungerà poi Niccolò Bongiorno, appena tornato dall’Oriente dove ha realizzato un documentario. Racconterà le popolazioni di quei territori, le problematiche legate all’acqua e la magia che quelle terre riescono a donare. Ricorderà suo padre Mike Bongiorno, grande viaggiatore e amante della montagna, e di quando rimase bloccato sul Monte Cervino durante le riprese di uno spot. Con Andrea Segre, ideatore della Giornata Nazionale di prevenzione dello spreco alimentare in Italia (il 5 febbraio), Ossini affronterà poi il sensibile tema legato al consumo, dando consigli per evitare di sprecare cibo. Tanti i servizi e i reportage originali, dall’Italia e dal Mondo, per raccontare le Meraviglie del nostro Pianeta: Ossini sarà alle Hawaii e precisamente a Honolulu, sull’isola di O’Ahu, per raccontare uno dei posti più belli del pianeta che ospita migliaia di surfisti ma anche dei ricercatori, che stanno studiando le onde dell’Oceano Pacifico cercando di capire come il cambiamento climatico stia modificando la sua composizione e che legame ci sia con l’atmosfera. A Reykjavik, in Islanda, il pubblico potrà conoscere una città viva, piena di giovani in un paese con grande abbondanza di acqua dove sono presenti più di mille cascate tra le più belle del mondo. E a Granada, in Spagna, una città che richiama studenti da tutta Europa dove il presente non ha dimenticato il passato, a partire dal quartiere arabo. Infine, sulla Marmolada a più di 3000 mt, Massimiliano Ossini accompagnerà un grande appassionato di montagna, per festeggiare i suoi 90 anni: un esempio di forza e passione.

“Rock Legends” in onda domani alle 23.25 su Rai5 racconta gli agli Aerosmith che con il loro revival hard-rock, hanno infilato una sequela di bestseller che li ha portati a divenire uno dei gruppi più popolari d'America, applicando con diligenza gli stereotipi del genere e affidandosi all'istrionismo di un “animale da palco” come Steven Tyler.

Debora Serracchiani, Capogruppo Camera del Pd e Giovanni Toti, Presidente della Regione Liguria e leader di Cambiamo, saranno ospiti di “Porta a Porta”, domani alle 23.35 su Rai 1. Sull’emergenza Covid Bruno Vespa intervisterà il Presidente dell’Aifa, Giorgio Palù, mentre con Luca Argentero lancerà la nuova stagione della serie “Doc- Nelle tue mani”. In collegamento, poi, dall’Isola del Giglio, a dieci anni dalla tragedia della Concordia, intervisterà Franco Gabrielli, allora capo della Protezione civile. Durante la puntata verranno presentati anche i sondaggi sull’intenzione di voto degli italiani, realizzati da Antonio Noto.

L’ondata dei contagi dopo le feste e le nuove misure anti covid varate dal governo tra i temi del primo appuntamento dell’anno con “Restart - L’Italia ricomincia da te” in onda domani alle 23.30 su Rai2. Basteranno i nuovi provvedimenti ad arginare il virus e a convincere i No vax? E quali saranno le conseguenze economiche e occupazionali? Annalisa Bruchi ne parlerà con Massimo Ciccozzi, direttore dell’Unità di statistica medica del Campus Biomedico; Alfonso Celotto, docente di diritto costituzionale all’Università Roma Tre; i giornalisti Carlo Cambi (La Verità) e Mariolina Sattanino. Con il biologo Eduardo Lamberti Castronuovo si farà il punto sulla corsa ai tamponi e sulla loro attendibilità rispetto alla nuova variante. Insieme ad Omicron prolifera intanto anche il mercato dei falsi Green Pass: “Restart” continua la sua inchiesta sui certificati verdi contraffatti e sui furbetti del lasciapassare, con un approfondimento sui medici No vax che aggirano l’obbligo per continuare ad esercitare. Inoltre con la ministra degli Affari Regionali, Mariastella Gelmini, si affronterà il tema del complicato rapporto Stato-Regioni nella gestione delle norme anti-Covid, alla luce anche delle diverse decisioni sulla riapertura delle scuole; si parlerà, inoltre di caro energia. Nella rubrica ‘Romanzo Quirinale ‘ curata da Aldo Cazzullo i possibili scenari per la corsa al Colle e le relative manovre della politica con l’ex ministro Paolo Cirino Pomicino, il direttore dell’ Agi Mario Sechi e Agnese Pini, direttrice de La Nazione. Infine, Carlo D’Ippoliti, docente di Economia all’università La Sapienza, cercherà di capire come potrebbero reagire i mercati finanziari se Mario Draghi lasciasse Palazzo Chigi.

Beatrice Rana, giovane pianista pugliese di fama internazionale, fondatrice e direttrice artistica del Festival Internazionale di Musica da Camera Classiche Forme, è la protagonista del doppio appuntamento che Rai Cultura propone domani dalle 21.15 su Rai5. Dall’Oratorio del Gonfalone di Roma, la pianista affronta un concerto da solista con la Suite n 2 in do minore BWV 813 di Johann Sebastian Bach, gli Études n 1, 2 e 5 di Claude Debussy e i quattro scherzi di Frédéric Chopin. Alle 22.25 va in onda “Beatrice Rana: della musica e delle radici”, di Roberto Giannarelli, un viaggio alla scoperta delle origini della pluripremiata pianista, che si è imposta rapidamente nel panorama internazionale dopo aver ottenuto a soli diciotto anni il Primo premio al Concorso Internazionale di Montréal nel 2011. Nonostante la brillante carriera concertistica nelle sale più prestigiose e i tanti riconoscimenti di pubblico e critica, Beatrice Rana non ha mai dimenticato la sua terra natale, il Salento, dove ha riportato l’esperienza maturata nel mondo, dando vita nel 2017 a un piccolo festival cameristico di altissimo livello come Classiche Forme. Il documentario rivela il doppio volto dell’artista, professionista rigorosa ma anche ragazza semplice, legata agli affetti familiari, al maestro Benedetto Lupo, ai colori del Sud e alle bellezze ricche di storia del Salento. Protagonisti, accanto a lei, la sorella violoncellista Ludovica e gli amici musicisti provenienti da tutta Europa che lo scorso luglio hanno animato la terza edizione di Classiche Forme nel cuore di Lecce.

La vita dell’erede dell’impero Faber – Castell, la famosa azienda produttrice di matite. La racconta il film tv, “Ottilie Von Faber – Castell – Una donna coraggiosa”, per la regia Claudia Garde, in onda domani alle 21.20 su Rai3. La giovane baronessa Ottilie Von Faber, a seguito della morte del padre, viene designata dal nonno Lothar a guidare la prestigiosa azienda familiare, nonostante le difficoltà nel farsi accettare da un mondo totalmente maschile. Contesa da due uomini, il barone Philipp Von Brand e il conte Alexander Von Castell, anche se innamorata del primo, finirà per sposare il secondo, interessato, in realtà, solo al suo denaro. Nel corso della sua vita, Ottilie sarà costretta a lottare duramente per affermare la propria indipendenza e il suo essere donna. Nel cast Kristin Suckow, Martin Wuttke, Johannes Zirner, Hannes Wegener, Eleonore Weisgerber, Maren Eggert.

La storia del rapporto tra due fratelli tratta da un libro di successo. Rai Movie (canale 24 del digitale terrestre) domani in prima serata, intorno alle 21.10, trasmetterà “Mio fratello rincorre i dinosauri”, un film diretto da Stefano Cipani e tratto dall’omonimo romanzo di Giacomo Mazzariol. Jack ha sempre desiderato un fratello maschio con cui giocare e quando nasce Gio, i suoi genitori gli raccontano che suo fratello è un bambino “speciale”. Da quel momento, nel suo immaginario, Gio diventa un supereroe, dotato di poteri incredibili, come un personaggio dei fumetti. Con il passare del tempo Jack scopre che in realtà il fratellino ha la sindrome di Down e per lui diventa un segreto da non svelare. Nel cast, oltre ai protagonisti Francesco Gheghi e Lorenzo Sisto, troviamo Alessandro Gassman e Isabella Ragonese nei panni dei genitori. Due interpretazioni magistrali, un padre e una madre a capo di una famiglia eccentrica in cui le favole spiegano il mondo e l’amore si tocca con mano. Il film ha vinto un David Giovani ai David di Donatello 2020 e un European Film Academy Young Audience Award agli European Film Awards 2020.

Negli anni che precedono l’Unità d’Italia, in Toscana, nasce un movimento artistico sotto l’etichetta dispregiativa della “Macchia”. È la storia al centro del documentario prodotto da Rai Cultura “Diamoci alla macchia. Una pittura rivoluzionaria” di Valeria Schiavoni con la regia di Monica Onore in onda domani alle 19.20 su Rai5. Protagoniste le opere di Giovanni Fattori e Silvestro Lega, insieme classici e reazionari, di Telemaco Signorini intenso e quotidiano, a cui si affiancano quelle di artisti meno noti: Adriano Cecioni, Odoardo Borrani, Raffaello Sernesi, Vincenzo Cabianca. Grazie all’intervento dei maggiori studiosi dei Macchiaioli e di grandi critici d’arte italiani, vengono definiti i profili delle figure protagoniste di questo movimento e di coloro, senza pregiudizi li hanno amati e sostenuti: Elisabetta Matteucci, direttrice Istituto Matteucci; Federico Bano della Fondazione Bano - Palazzo Zabarella di Padova; Vanessa Gavioli, curatrice Galleria d’arte Moderna di Palazzo Pitti a Firenze; Giuliano Matteucci, Fondatore Istituto Matteucci di Viareggio; Eike Schmidt, Direttore Gallerie degli Uffizi di Firenze. E gli storici dell’arte storici dell’arte Silvio Balloni, Lorella Giudici, Fernando Mazzocca. Un documentario che trasmette il gusto di un’epoca pervasa da un fermento rivoluzionario, nella cultura e nella politica, quella del Risorgimento Italiano, ricostruito dalla storica Angelica Zazzeri, quando il mondo dell’arte stava per essere messo in crisi da un’arte nuova a cui invece i Macchiaioli si avvicinano con curiosità: la fotografia, raccontata da Emanuela Sesti, storica della fotografia della Fondazione Alinari per la Fotografia di Firenze.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli