Monia Montagna morta a 51 anni: addio alla titolare dell’Hotel Villa Sorriso di Senigallia

·1 minuto per la lettura
Monia Montagna morta
Monia Montagna morta

Lutto a Senigallia, dove l’albergatrice Monia Montagna è morta prematuramente all’età di 51 anni. Titolare, insieme al marito, dell’Hotel Villa Sorriso sul lungomare Alighieri, è morta improvvisamente dopo che si era recata in ospedale per svolgere alcuni accertamenti per un problema di salute che non sembrava così grave.

Monia Montagna morta

Secondo quanto ricostruito, la donna era stata ricoverata il giorno di Pasqua nell’ospedale cittadino dove, del tutto inaspettatamente, mercoledì 20 aprile è deceduta. Nessuno si sarebbe immaginato che la situazione potesse precipitare in così poco tempo e la notizia della sua scomparsa ha colpito duramente non solo parenti ed amici ma anche i clienti e i colleghi del lungomare che ne hanno sempre apprezzato e attenzioni, l’abilità e il dinamismo imprenditoriale. I suoi funerali si terranno venerdì 22 aprile alle 15 presso la chiesa del Portone.

Monia Montagna morta: chi era

Sempre attenta alla sua attività, a cui teneva molto, dopo l’emergenza sanitaria aveva inaugurato una nuova stagione per la struttura che gestiva. Prima Hotel Adriatico e poi diventato Hotel Villa Sorriso, in onore del locale che ha fatto la storia di Senigallia, insieme al marito si è sempre impegnata per far sentire i clienti come a casa propria.

Diversi i vip che hanno soggiornato nell’albergo, situato nel tratto centrale del lungomare di levante: da Miriana Trevisan a Stefania Orlando fino alla cantante Marina Rei e ai ballerini Samanta Togni e Samuel Peron, sono moltissime le personalità dello spettacolo che hanno avuto modo di apprezzare la struttura.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli