Monini tra le prime 150 imprese etiche e green di Italia

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 30 apr. (askanews) - Monini è una delle aziende più etiche e green in Italia: a decretarlo l'indagine promossa da Il Sole 24 Ore e Statista, riferimento internazionale per l'analisi di dati e trend di mercato, che ha incoronato l'impresa spoletina Leader della Sostenibilità 2021. Le aziende made in Italy del mondo Food&Beverage che sono entrate in classifica sono 11 in tutto e Monini è l'unica a rappresentare il settore olio in questa classifica.

Secondo i dati di mercato Nielsen 2020, l'azienda ha segnato un +14,4% in volume e un + 8,1% in valore sul 2019. Una performance guidata dal Monini Classico (+15,8% a volume), ma anche da un prodotto premium come il GranFruttato Selezione Italiana che ha registrato un exploit del +35% sul 2019.

La ricerca Sole 24 Ore-Statista, realizzata in piena crisi pandemica, ha preso in esame una platea di 1200 aziende attive in Italia, selezionate in base al fatturato o perché quotate in borsa, il cui operato è diventato oggetto di una severa "radiografia", chiaramente di natura volontaria. Valutate ad esempio le emissioni, la produzione di rifiuti, le pratiche di riciclo, i consumi energetici, l'utilizzo di fonti rinnovabili, ma anche gli incidenti sul lavoro, le opportunità di crescita e formazione, la presenza femminile, l'impatto dei progetti sociali e di welfare. Nel complesso 35 indicatori capaci di riflettere l'impegno nelle tre dimensioni della sostenibilità: ambientale, sociale, economica.

L'impegno dell'azienda verso il futuro si è già tradotto nel 2020, anno del Centenario, nel suo piano di sostenibilità,un progetto decennale da 25 milioni di euro di investimenti con il nome programmatico di "A Hand for the Future".