Monitoraggio ISS 29 aprile, Rt scende a 0.93: incidenza sale a 699

Monitoraggio
Monitoraggio

Stando ai dati contenuti nella bozza del monitoraggio dell’ISS di venerdì 29 aprile 2022, l’indice Rt calcolato sui casi sintomatici a livello nazionale è diminuito e si è stanziato a quota 0.93 (la settimana precedente era pari a 0.96). Lievemente in aumento invece l’incidenza dei casi ogni 100 mila abitanti, passata da 675 a 699.

Monitoraggio ISS 29 aprile

Il report degli esperti ha evidenziato che, nel periodo compreso tra il 6 e il 19 aprile 2022, anche l’indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero è risultato al di sotto della soglia epidemica e sostanzialmente stabile rispetto alla settimana precedente. Lo stesso dicasi per la percentuale dei casi positivi rilevati attraverso l’attività di tracciamento dei contatti (13% rispetto al 12%) e per quella dei contagi registrati attraverso la comparsa dei sintomi (40% contro il 41%) Ferma al 47%, inoltre, la percentuale dei casi diagnosticati attraverso attività di screening.

Monitoraggio ISS 29 aprile: i dati regionali

Per quanto riguarda l’aspetto territoriale, 12 regioni italiane superano ancora la soglia di allerta del 15% per quanto riguarda l’occupazione dei posti letto in area medica da parte di pazienti Covid. Il tasso più alto è emerso in Umbria, con il 31,4%. Nessuna regione, invece, oltrepassa la soglia di allerta del 10% relativa all’occupazione delle terapie intensive.

Quanto infine all’incidenza dei casi ogni 100 mila abitanti, solamente l’Abruzzo è andato oltre il valore di 1000 (1170); le incidenze più alte, ma comunque sotto quota mille, si sono riscontrate anche in Molise (949,6) e Basilicata (931,9).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli