Mons. Pompili: tutelare embrione e migrante non sono alternative -2-

Ska

Roma, 26 giu. (askanews) - Mons. Pompili promotore dell'idea, condivisa con Slow Food, di dar vita alle Comunit Laudato si'. "Dopo il lancio, avvenuto nel marzo 2018, sono nate una cinquantina di Comunit, dal nord al sud d'Italia - racconta monsignor Pompili - che mettono insieme realt eterogenee, persone impegnate in ambiti di azione diversi (dalla promozione per una produzione e consumo alimentare pi sostenibile, alla vicinanza e supporto per le persone pi fragili, dalla sensibilizzazione e informazione sulle problematiche ambientali del territorio locale all'inclusione e integrazione multietnica), ma tutte guidate dal principio dell'ecologia integrale. L'iniziativa delle Comunit Laudato si' va nella direzione di quella che Stefano Mancuso definisce 'democrazia vegetale'".

"La rete di Comunit (www.comunitalaudatosi.org) come una pianta: ciascun organo coopera per mantenersi in vita; le radici mettono in comunicazione le piante, facendo circolare linfa vitale. Impariamo cos dalla natura un modello di cooperazione dove ciascuno mantiene la propria identit, aggregandosi per affrontare l'emergenza-chiave del nostro tempo". (Segue)