Montagna, in Emilia-Romagna il taglio dell'Irap è legge

red/Rus

Roma, 27 lug. (askanews) - In Emilia-Romagna il taglio dell'Irap è legge. Il provvedimento voluto dalla Giunta guidata dal presidente Stefano Bonaccini ha infatti avuto il via libera dell'Assemblea legislativa all'unanimità. Un beneficio per le aziende dei 97 Comuni classificati come totalmente montani, cui si aggiungono quelli di Ponte dell'Olio e Vernasca, nel piacentino, e di Valsamoggia, nel bolognese, limitatamente alla frazione Savigno.

Arriva dunque un aiuto concreto alle aziende, agli esercenti e ai titolari di attività di lavoro autonomo che operano in Appennino, per sostenerle e renderle più competitive in territori dove è più difficile fare impresa. E lo fa attraverso un contributo commisurato all'ammontare dell'imposta Irap inserita nell'ultima dichiarazione 2018 per l'anno di competenza 2017.

La legge che lo consente, firmata dalla Giunta regionale, è stata approvata oggi dall'Aula e prevede il raccordo fra la Regione e l'Agenzia delle Entrate per la sua concreta applicazione. La norma sarà operativa attraverso un bando per il quale la Regione mette a disposizione 36 milioni di euro nel triennio 2019-21, 12 milioni per annualità, fondi già stanziati e inseriti a bilancio.(Segue)