Montanaro (Puglia), 'con 33 mln e privati abbattuto circa 50% liste attesa 2022'

default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Roma, 4 nov. (Adnkronos Salute) – "La Regione Puglia ha elaborato un piano per il recupero delle liste di attesa che sta dando grandi risultati. Ciò è stato possibile grazie alle strutture pubbliche e private accreditate. Abbiamo, infatti, assegnato al privato accreditato 33 milioni di euro stanziati dal Governo centrale. Per il 2022 delle 300mila prestazioni arretrate, al 30 settembre ne avevamo recuperato circa il 50%. Non solo. Entro l’anno contiamo di completare il lavoro, anche grazie alla sanità privata accreditata. Nostra priorità sono le prestazioni 'Ubdp': urgenti, brevi, differite e programmabili”. Così il direttore del Dipartimento Salute della Regione Puglia, Vito Montanaro, a margine della presentazione dell’analisi "Cure mancate e Pdta per la cronicità" realizzata da Salutequità, e delle proposte dell’'Osservatorio permanente assistenza pazienti Non-Covid. Focus su cronicità', tenutasi oggi a Roma.

"In Puglia, come in tutte le regioni d’Italia – spiega Montanaro – le cronicità più rilevanti le abbiamo riscontrate in tutti gli ambiti, dalle prime visite, oggetto di monitoraggio del Piano liste d’attesa, alla gestione dei malati cronici”. E nonostante un’impennata delle cronicità “registrata soprattutto a causa del Covid, il piano organizzativo regionale sta dando buoni risultati. Anche su questo fronte stiamo recuperando il terreno perso ma c’è ancora molto lavoro da fare. Stiamo lavorando a nuovi progetti sulle cronicità contenuti nel piano operativo che verrà consegnato al ministero della Salute e al Mef", conclude.