Monti, Segre e Mattarella all'inaugurazione nuovo campus Bocconi

Roma, 25 nov. (askanews) - Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inaugurato il nuovo campus dell'università Bocconi, progettato dallo studio giapponese Sanaa. Presenti il presidente dell'Università Bocconi, Mario Monti, il rettore Gianmario Venezia, il sindaco di Milano Giuseppe Sala, il governatore della Lombardia Attilio Fontana e la senatrice a vita Liliana Segre, a cui Mattarella ha rivolto un saluto speciale, elogiando il messaggio che costantemente invia, ovvero di "non restare inerti di fronte all'odio e ai pregiudizi".

"Complimenti, anche per l'energia che ci mette", ha detto il capo dello Stato.

"É lei che me la trasmette, è lei che mi ha tirato qui in prima linea, ora non la posso deludere - ha replicato Segre, ironizzando - è merito, o colpa sua!".

Un investimento da 150 milioni di euro nell'area occupata in precedenza dalla Centrale del Latte di Milano, che comprende un pensionato da 300 posti letto, la nuova sede della Sda Bocconi School of management e un centro sportivo polifunzionale con due piscine, un'area fitness, un campo da basket-pallavolo e una pista coperta per la corsa.

"La progettazione affascinante, di alto valore, che abbiamo visto realizzata, la sua piena sostenibilità ambientale, l'apertura alla città, raffigurano ed esprimono quello che poc'anzi mi ha detto una studentessa, mi pare si chiami Giulia Gargiulo, entrando in questo edificio; ha sottolineato la centralità dello studente, questo campus e tutta l'attività della Bocconi sottolinea questa centralità".