Monti: Spread preoccupa, affrontarlo con calma e freddezza

Roma, 11 dic. (LaPresse) - La risalita dello spread è un fenomeno che preoccupa e "che va preso con calma e freddezza". Lo ha detto il premier Mario Monti, intervenendo a Uno Mattina. "Spero - ha aggiunto - che i mercati constateranno che l'Italia non è priva di governo. Esiste un governo che esiste fino a quando uno nuovo arriverà". "Dobbiamo spazzare via alcuni miti - ha continuato - come quello che ciò che un Paese fa non ha rilievo. Spero che non si trattino i cittadini un po' troppo da sprovveduti".

"Tredici mesi fa - ha ricordato Monti - l'Italia si è trovata in condizioni finanziariamente molto molto difficili. Se ora guardiamo ai rapporti della commissione e della Bce, vediamo che abbiamo fatto un grossissimo passo avanti. Un passo avanti che però ha un costo: il costo è stato che non c'è stata crescita. Sarei curioso di sentire da qualcuno come sarebbe stato possibile crescere e allo stesso tempo risistemare i conti. Quella ricetta sarebbe stato opportuno trovarla qualche anno prima, quando non c'era in più anche da curarsi dalla crisi".

Ancora una volta Monti non ha voluto sbilanciarsi sul suo futuro in politica: "La politica - ha detto - è soprattutto cultura, cioè cercare di orientare la testa delle persone. L'ho fatto da professore, lo sto facendo ora, lo farò sicuramente ancora in futuro qualsiasi ruolo mi toccherà". "Poi per tutto il resto...", ha concluso, con un sorriso, interrompendo la frase a metà.

Ricerca

Le notizie del giorno