Monza, accoltellò al cuore connazionale: preso pregiudicato moldavo

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 30 apr. (askanews) - I carabinieri hanno arrestato per tentato omicidio un 31enne pregiudicato di origini moldave con l'accusa di aver accoltellato al cuore un suo connazionale 37enne, aggredito una sera di fine ottobre scorso a Desio, in provincia di Monza. Nei confronti dell'uomo, i militari della Compagnia di Desio hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere.

Lo ha riferito l'Arma, spiegando che l'accoltellamento era scattato al culmine di una lite per l'acquisto di un'automobile, durante un incontro "chiarificatore" a cui avevano partecipato sei amici moldavi nel parcheggio di un supermercato di via Volta. Dopo l'aggressione, quattro dei presenti avevano caricato il ferito in auto e lo avevano abbandonato al pronto soccorso di Desio, dove la vittima, che nel frattempo aveva già perso diversi litri di sangue, era stato salvato con un intervento d'urgenza durato ben sette ore. Dopo una settimana di coma, l'uomo aveva ripreso conoscenza.

Dagli accertamenti e dalle analisi delle telecamere della zona, i carabinieri avevano identificato i sei (tutti gravitanti in Brianza), che però si erano limitati a dire che l'aggressore era uno sconosciuto, senza fornire dettagli utili per rintracciarlo. La vittima, aveva addirittura spiegato agli investigatori di essersi ferito da solo cadendo dalla bici. Le indagini avevano però portato ad individuare il presunto autore, immortalato dalla telecamere di un bancomat, mentre fugge impugnando un coltello, e dalle pagine social dei presenti quella sera, era emerso che erano "tutti appartenenti alla stessa cerca relazionale".

La procura di Monza aveva quindi chiesto la misura cautelare, poi concessa dal gip ed eseguita dai militari: il 31enne si trova ora nel carcere di Monza in attesa di essere interrogato.