Monza, prima lo investe poi lo bastona e pretende soldi: arrestato

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 25 gen. (askanews) - Sabato scorso i carabinieri della Stazione di Agrate Brianza (Monza) hanno arrestato un pregiudicato di 53 anni in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere per omissione di soccorso, atti persecutori, tentata estorsione aggravata, porto abusivo di armi e danneggiamento a seguito di incendio. Lo ha riferito l'Arma, spiegando che nel novembre scorso in via Vittorio Emanuele a Caponago, il 53enne alla guida della propria auto aveva avuto una lite per futili motivi con un ciclista, a cui aveva rifilato un ceffone facendolo cadere a terra. Non pago, lo aveva poi investito e si era allontanato senza prestargli soccorso. La vittima, un uomo di 49 anni, era riuscito a trascinarsi fino a casa dove era però stato raggiunto dal suo aggressore che lo aveva colpito ripetutamente con un bastone sul vialetto di casa e prima di allontanarsi lo aveva pesantemente minacciato, pretendendo 2.500 euro per presunti danni alla sua auto.

Al pronto soccorso dell'ospedale di Vimercate (Monza), il 49enne aveva ricevuto una prognosi di una settimana per trauma facciale, contusione alla mandibola, al torace e agli arti.

Le intimidazioni nei confronti della coppia erano proseguite anche nei giorni successivi, con messaggi minatori sui cellulari e continue visite fuori dalla loro abitazione, fino a quando l'uomo aveva dato fuoco alla recinzione di casa dei due, che finalmente avevano trovato il coraggio di formalizzare la denuncia ed integrare ogni episodi di cui erano stati vittime. Ricostruiti gli eventi, la Procura di Monza aveva chiesto al gip la misura cautelare che sabato scorso ha portato alla reclusione dell'uomo nel carcere di Monza.