Monza, revenge porn a scuola: 12enne diffonde la foto nuda di una coetanea

Monza, revenge porn a scuola: 12enne diffonde la foto nuda di una coetanea

Una ragazzina di 12 anni si è scattata un selfie davanti allo specchio, senza vestiti, e l’ha mandato a un compagno di classe. I due però hanno litigato così, per vendicarsi di un torto subito, il giovane ha deciso di condividere la foto dell’amica nuda con alcuni compagni, sui social network e via WhatsApp.

In poche ore, lo scatto senza veli della studentessa è finito su decine di smartphone e computer. Si tratta di un chiaro episodio di “revenge porn” che coinvolge ragazzini giovanissimi di una scuola media di Monza.

LEGGI ANCHE: Revenge porn, è allarme: vendetta può colpire chiunque

La scoperta risale al 10 dicembre scorso. Ad accorgersene sono stati i docenti e i dirigenti scolastici dell’istituto, i quali hanno immediatamente avvisato la preside, che ha successivamente convocato la madre della ragazza, una 47enne brianzola. I genitori della bambina si sono rivolti alla Questura ed è stata aperta un’indagine che richiederà probabilmente l’intervento della polizia postale.

LEGGI ANCHE: Minaccia l'ex col revenge porn, arrestata

Cosa rischia ora il giovane che ha divulgato le foto? Da un punto di vista penalistico si pone un problema di imputabilità, vista la giovanissima età dei protagonisti. Tuttavia, i genitori dei ragazzini colpevoli, rischiano di affrontare pesanti richieste risarcitorie.

GUARDA ANCHE - Cos’è il Revenge porn?