Moody's: Cgil, declassamento tragico e ridicolo

(ASCA) - Roma, 13 lug - ''Il declassamento dell'agenzia

Moody's suona al tempo stesso tragico e ridicolo. E' infatti

tragico il fatto che un sistema finanziario e di valutazione

dei rating che ha prodotto la crisi continui a dare bastonate

a quelle singole economie che stanno cercando di reagire alla

crisi. Ed e' ridicolo proprio perche' uno dei soggetti che

hanno prodotto la crisi ora pretende di mettersi in cattedra

per dare lezione a chi la crisi l'ha subita''. Lo sostiene

Danilo Barbi, segretario confederale della Cgil a commento

della decisione di Moody's di portare a Baa2 il rating

italiano.

''Dopo lo scontro sul fondo salva stati e dopo lo scandalo

che ha coinvolto la Barclays, questa ennesima decisione di

un'agenzia di rating - spiega il dirigente della Cgil -

impone una riflessione seria a tutto il mondo politico

nazionale e all'Europa. E' arrivato il momento di ripensare

il sistema di valutazione e il sistema di protezione

dell'euro e dei titoli di Stato, a cominciare dal ruolo della

Bce, che deve intervenire direttamente contro la speculazione

finanziaria''.

''Il problema vero - conclude Barbi - e' quello di reagire

alla recessione riavviando in ogni paese l'economia reale su

basi diverse a partire dai grandi investimenti nell'economia

verde, nella riconversione ecologica e per quanto riguarda

nello specifico l'Italia nella messa in sicurezza del

territorio e dell'immenso patrimonio artistico e culturale

del nostro Paese''.

Ricerca

Le notizie del giorno