Morassut (Pd): su sistema aeroportuale rischio tempesta perfetta

Pol/Vlm

Roma, 18 lug. (askanews) - "Sul sistema portuale italiano incombe il rischio di una tempesta perfetta. A due anni dalla riforma il Governo nella figura del ministro ha lasciato in abbandono la situazione senza utilizzare gli strumenti che la legge prevede per programmare e indirizzare l'attività dei porti. Parliamo in primo luogo della Conferenza delle autorità di sistema. Dietro questa inerzia di Toninelli vi è incapacità ma anche l'obbiettivo di far saltare il sistema ed aprire la strada ad un nuovo regime sottoposto ad un controllo centralizzato". Così in una nota il responsabile Infrastrutture del Pd, Roberto Morassut.

"Ma vi è anche il rischio - continua Morassut - di una deregolamentazione e di un processo che metta in discussione il ruolo delle imprese portuali e quello dei lavoratori come sostiene da tempo la Lega. Il Pd chiede l'attuazione della riforma, la programmazione certa degli investimenti per ultimo miglio, logistica e connessione dei retroporto. Chiediamo una strategia coordinata attraverso la Conferenza delle autorità. E siamo al fianco dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali che il 24 luglio scenderanno in sciopero contro il governo e la sua politica che mette a rischio posti di lavoro, e la tenuta del sistema portuale italiano che resta per importanza il secondo d'Europa".